BORGO DI MARCIANOFREDDO, CIVITILLO: “LAVORI FERMI, RESIDENTI COSTRETTI A VIVERE IN UN CANTIERE”

0

ALVIGNANO – «Sono ancora fermi al palo i lavori di sistemazione del borgo di Marcianofreddo: i residenti sono costretti a vivere in un vero e proprio cantiere senza che sindaco e maggioranza si facciano carico delle difficoltà e senza avere la minima cognizione di quando tali interventi saranno completati». A denunciarlo il consigliere indipendente Pietro Civitillo che evidenzia come gli interventi siano partiti «in maniera scriteriata e con scelte discutibili». «E’ evidente che chi ha commissionato i lavori non conosce il paese – ha sottolineato Civitillo – non si spiegherebbe altrimenti la decisione di utilizzare quelle pietre grandi che di solito si usano per decorare le mura di cinta per pavimentare i marciapiedi che sono diventati scivolosi e pericolosi per chi li attraversa. Al sindaco è sfuggito, più corretto forse sarebbe dire non sa, che Marcianofreddo è abitato soprattutto da persone anziane a tutela delle quali andrebbero fatte delle scelte diverse. Non oso neanche pensare cosa potrebbe accadere se dovesse scivolare un nostro compaesano in la con gli anni per questa decisione cervellotica… ». Civitillo sottolinea come nella borgata sia difficile spostarsi in auto anche per raggiungere la frequentatissima chiesa di Maria Santissima del Carmine. «La chiesa è un luogo importante di incontro per la nostra comunità rendere difficile l’accesso alle persone anziane è ancora un segno della distanza che c’è tra chi è al timone del paese e quello che è il paese reale – ha sottolineato Civitillo – nelle prossime ore presenterò un’interrogazione con la quale chiederò al sindaco e all’assessore ai lavori pubblici di darci risposte certe sul completamento dei lavori e sulle misure che intendono adottare per ridurre i rischi dei marciapiedi e per facilitare l’accesso alla chiesa».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui