VERTENZA BUFALINA CAMPANA, PRIMO GIORNO DI SCIOPERO DELLA FAME A CASAL DI PRINCIPE

0

CASAL DI PRINCIPE – Sono in due ad aver iniziato da oggi, a Casal di Principe in provincia di Caserta, lo sciopero della fame in nome di tutti gli allevatori riuniti nel Coordinamento Unitario Difesa del Patrimonio Bufalino: Adriano Noviello e Giuseppe (Peppe) Pagano. Adriano Noviello, allevatore a Migliano Montelungo (Ce), 33 anni. laureando in tecnologia agraria a Portici, titolare di un’azienda bio svolge una importante attività di supporto tecnico alle aziende agricole Casertane. Animatore di molte iniziative sociali in difesa del settore, è presidente e collante dell’Associazione Tutela Allevamento Bufala Mediterranea. che associa oltre 300 aziende nei mesi scorsi alla testa dei due cortei di protesta con i trattori che hanno sfilato nelle strade del Casertano. Peppe Pagano, 45 anni, uno dei più conosciuti attivisti dell’impegno anticamorra nel territorio. Di Casal di Principe, è insegnante di sostegno ed è tra i fondatori di NCO Nuova Cucina Organizzata (ristorante e pizzeria sociale in un bene confiscato alla Camorra) e del Nuovo Consorzio Organizzato e volontario impegnato nel Comitato Don Peppe Diana. Da tempo impegnato a sostenere le ragioni degli allevatori e del territorio rimarca come “la scelta di mettere in campo lo sciopero della fame a fianco degli allevatori chiama direttamente in causa tutti i cittadini del territorio a partecipare ed a difendere la comunità”. Nel corso di una conferenza stampa svoltasi oggi a Casal di Principe, Gianni Fabbris e Adriano Noviello (del Coordinamento Unitario Difesa del Patrimonio Bufalino) sono tornati a sottolineare le ragioni della protesta che, hanno affermato “non si fermerà e sarà un crescendo fino a quando da parte delle istituzioni nazionali e regionali non arriveranno le risposte alle proposte avanzate dagli allevatori in mobilitazione da diversi mesi”. Nel pomeriggio di domani una delegazione del Coordinamento rappresentata dai responsabili delle 5 associazioni costituenti (Altragricoltura, Ass. Tutela Allevamento Bufala Mediterranea, Ass. Amici della Bufala, Lega Allevatori Bufalini e SIAAB) sarà a Napoli presso la sede dell’assessorato regionale all’Agricoltura insieme alle tre organizzazioni che si sono aggiunte partecipando al Gruppo Cooperazione Bufala (la CNA Campania, Agrocepi e Acli Terra Caserta) per un primo incontro con l’assessore Nicola Caputo. Presso la sala riunioni del Centro Don Milani dove si sta svolgendo lo sciopero della fame (Via Giacosa 25 a Casal di Principe) dalle ore 18 di domani è convocata l’assemblea degli allevatori che attenderanno il ritorno della delegazione dall’incontro con l’Assessore Caputo per valutare il percorso. Dalle 19,00 di domani (come sarà per tutte le sere) è programmata una trasmissione in diretta web su Iafue Perlaterra, la web Radio Tv dell’Alleanza Sociale per la Sovranità Alimentare che darà conto delle attività della giornata agli indirizzi www.facebook.com/iafue.radiotv e https://www.youtube.com/iafueperlaTerra.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui