SCHERMA GIAPPONESE, GIANLUCA GALBIATI E CHRISTIAN DE SIMONE CAMPIONI D’EUROPA

0

foto serbia SCHERMA GIAPPONESE, GIANLUCA GALBIATI E CHRISTIAN DE SIMONE CAMPIONI D’EUROPASi è svolto il 7 e l’8 maggio u.s., a Versac in Serbia, il Campionato Europeo di Chanbara (scherma giapponese con spade ad aria compressa). Alla competizione hanno partecipato tutte le nazioni europee dove è praticato questo sport. La Federazione Sport Chanbara Italia con sede In Salerno gestisce il Chanbara in Italia; la federazione ha selezionato dopo un lungo periodo di gare e raduni tecnici 30 atleti delle varie categorie per rappresentare l’Italia in questa competizione europea di alto livello tecnico. L’Olimpia Sport A.S.D. di S.Angelo in Formis, diretta da Rita Sabatasso, campionessa mondiale a Tokio nel 2016, ha fornito sei dei trenta atleti della nazionale. Christian De Simone, Giovanni De Simone, Martina De Simone,  Gianluca Galbiati,  Annamaria Galbiati e Francesco Silipo i sei atleti provenienti dalla fucina di campioni di Rita. Il medagliere, riferito solo agli atleti dell’Olimpia Sport (non di tutta la nazionale, che è stato ricchissimo), è stato di 6 ori, 2 argenti e 10 bronzi. Gianluca Galbiati, da definire “il ragazzo dal kimono d’oro” ha vinto 5 medaglie d’oro nelle specialità choken free (spada lunga con una sola mano), kodachi (spada corta), tate chocken (spada lunga con scudo), gara a squadre categoria juniores e super champion (gara tra i vincitori di tutte le specialità e una medaglia di bronzo al khion (gara di tecniche fondamentali). Christan De Simone ha conquistato un oro nella specialità nito (spada lunga e corta contemporaneamente) e un bronzo al tate chochen. Annamaria Galbiati un argento al tate kodachi, un bronzo al nito e un bronzo al kodachi. Giovanni De Simone si è aggiudicato un argento nel kodachi, un bronzo al choken free e un bronzo al khion. Francesco Silipo ha conquistato tre medaglie di bronzo e precisamente nel khion, choken free e nito. Martina De Simone un bronzo a nito. I sei  sportivi dell’Olimpia Sport, in questa gara di altissimo livello tecnico, hanno saputo mettere a frutto con serietà, maturità e alto senso di responsabilità tutto quello che la loro istruttrice gli ha insegnato. “La soddisfazione questa volta è immensa, – dice Rita Sabatasso.  Da sempre il mio obbiettivo è un lavoro di gruppo omogeneo, per cui avere sei ragazzi che hanno partecipato al Campionato Europeo di Chanbara e vederli tutti medagliati mi riempie il cuore di gioia.  Le loro medaglie le meritano tutte e devono il successo solo al loro duro lavoro svolto in questi ultimi due anni davvero difficili. Ringrazio il direttore tecnico della nazionale Diego Falco per l’impegno costante e assiduo nel seguire i ragazzi, il presidente Antonello Di Donato ed il segretario generale Mario Baldi e tutto lo staff dirigenziale della Federazione Sport Chanbara Italia per il lavoro svolto in questa grande impresa, facendo riconfermare, come da tanti anni, l’Italia una nazione di spicco per Chanbara mondiale

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui