OSPEDALE, IL MEMORIALE DELLA DOMENICA 307

0

(f.n.) – Forse per coloro che, giudicando dalla propria indole, dalle proprie abitudini o vizi, ma soprattutto dai propri limiti intellettuali,  ritengono che ad ispirare il nostro lavoro, sia soltanto la bieca volontà di colpire qualcuno,  sarà difficile credere che, sia la critica che riteniamo doverosa, dal momento che trattiamo di una sanità allo sfascio, di cui tutti siamo vittime potenziali,  sia i tentativi, rigorosamente inutili, non già di porre un argine alla cattiva fede, all’ insipienza e all’ incapacità altrui, ma di richiamare almeno, carte sventolanti in mostra, l’attenzione di chi potrebbe, anzi dovrebbe intervenire e puntualmente si distrae… a lungo andare rendono l’ensemble, nonostante la ferma volontà di proseguire, terribilmente noioso, addirittura banale nella sua ripetitività, nel suo perpetuo clonarsi…Ogni pagina che si sfoglia nel quotidiano del nostro Ospedale, è uguale alla precedente…Mistificazioni croniche da un lato e l’inesistente volontà di imprimere una svolta dall’altro. L’analisi più semplice sarebbe quella che induce a credere e di conseguenza, a chiudere la partita e che porta alla conclusione che, a tutti  livelli, vi sia qualcosa da nascondere, qualcosa di illegittimo…piccole storture perniciose che si agitano all’origine e  che si traducono in perversioni abituali del pensiero che, a sua volta si traduce nell’irregolarità di un irregolare tran tran…Ma il male oscuro di questa dimensione, l’agente responsabile della fiacca che assale la più coriacea delle volontà, non è quella lista che, a spuntarla nuovamente, verrebbero i brividi…quella lista, breve e assai significativa e densa di significato, che abbiamo puntualmente pubblicato nei tempi giusti e che riportava alcune  coreografiche allucinanti nefandezze che, alla faccia della mission del medico, avvenivano e forse avvengono ancora, nel nostro Ospedale….Il male oscuro del nostro Ospedale, che lo inquina nel profondo e lo rende impercettibilmente marcescente, è il silenzio tombale con cui “lor signori” della palazzina “grigiotopospento” in fondo al parco, hanno letto, apprezzato le vignette ed assai probabilmente cambiato discorso. Se fossimo andati a denunciare al responsabile provvisorio, di  una qualsiasi struttura sanitaria di frontiera, che all’interno della stessa si praticavano a pagamento servizi estetici, l’ipotetico dirigente sarebbe saltato sulla sedia e soprattutto avrebbe tentato di salvare la faccia comunicando ufficialmente che avrebbero attivato una indagine…Perché vedete…il Dg Gubitosa sembra non ricordare che dirige una struttura pubblica ed ha obblighi precisi, ed anche se gestisse un pub privato, il rispetto per l’utente, non è quella cosa che ti ricordi che esiste, solo se ti conviene.   All’Aorn di Caserta può succedere davvero di tutto e chiunque può denunciarlo…tanto non succede nulla…Ecco…di tanto marciume questo è quello che fiacca e disgusta maggiormente…il silenzio di chi, dal suo sponsor ha imparato soprattutto lo slogan: “falle parlà…prima o poi s’ammosciano”… Può essere…ma non noi! Ma siamo del parere che ogni tanto, è assai opportuno che gli si ricordi che nessuna delle schifezze denunciate è stata trasferita nel dimenticatoio, per tanto…non si “frusci”…entiendes? Certo… di questi tempi sarebbe stato opportuno disquisire, come tutti gli anni, sulla chiara e grassa incapacità, di provvedere ad una organizzazione efficiente dei vari servizi e dei vari reparti, affinché i dipendenti potessero godere delle ferie, come è giusto che sia… Ma …soltanto nel dare una sbirciata  alle disposizioni in tal senso di qualche tempo fa, della sora Ngiulina Annicchiarico, abbiamo rischiato un violento attacco di fegato, pertanto ci limitiamo a chiedere sottovoce, sospirando:…visto che per il Dipartimento di Scienze Mediche, l’illustrissima non ha previsto alcuna modifica organizzativa…forse il personale non va in ferie?, stiamo parlando di reparti che registrano una cronica mancanza di medici e d’estate purtroppo, la richiesta di ricoveri per anziani critici, aumenta…A noi risulta che i reparti di Medicina abbiano chiesto la riduzione, come del resto è stato disposto l’anno scorso… ma la Ds pare abbia detto NO…, pensando forse che la richiesta fosse “disumana” ed a questi richiedenti che, guarda un pò, vogliono andare in ferie, (cose e’ pazz), lei invece dimostrerà come si fa, non andando da nessuna parte e restando al suo posto, anche a ferragosto, o no? La domanda sorge spontanea…ma avete consentito al dottor Lanzuise, che fino a qualche tempo fa era il Sitrologo ufficiale, di preparare la programmazione?, o l’ha preparata e voi non ne avete tenuto conto?, o avete pensato di fare a meno della sua collaborazione perché, chi fa da sé fa per tre? Forse è meglio, a salvezza del fegato e della coratella, avviarsi verso un argomento più ameno…per modo di dire…La famosa riunione  del 3 luglio u.s. tra la Direzione generale e la delegazione trattante,  nel corso della quale si è riparlato ancora dell’articolo 9, che riuscirà a mandare in frantumi l’unitarietà fino a completo esaurimento, forse avrebbe dovuto essere preceduta da una salutare riunione con i sindacati, dedicata esclusivamente alla programmazione dei turni estivi, che consentisse a tutti di andare in ferie… ma…figuriamoci! Ovviamente, ossessionata dall’articolo 9, la responsabile del Nursing Up che in un primo momento si era riservata, in conclusione non ha firmato la proposta di transazione della Direzione, peraltro firmata da tutti i presenti. Se non temessimo di essere troppo diretti…diremmo che la grande artefice dell’articolo 9 – gate, ha chiuso le danze sull’argomento, con una gran figura di…niente.  Il grosso problema intanto, sono e restano i fondi che, per le antiche vicende di cui abbiamo abbondantemente parlato, non ci sono… Infatti  il collegio sindacale non ha certificato i fondi aziendali ed ha emesso parere sfavorevole sul preaccordo, al quale i sindacati erano giunti nel mese di maggio scorso…Venerdì prossimo si terrà dunque, un altro incontro, tra collegio sindacale ed Azienda che dovrà presentare una rimodulazione dei fondi ed una volta certificati, si potrà procedere ad una preintesa per i DEP….Ma… detto tra noi, non vediamo l’ora di leggere il resoconto della riunione che si terrà in seguito, con il nuovo Sitrologo su un argomento assai scottante, quello degli incarichi di coordinamento…Hasta el Domingo!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui