OSPEDALE SAN ROCCO, CHIUDE LA RIANIMAZIONE! VERGOGNA!

2

(f.n.) – Caos totale al Presidio Ospedaliero San Rocco. Nonostante sia trapelata la notizia relativa al licenziamento dei medici anestesisti, coinvolti nell’indagine per assenteismo dell’aprile scorso ma, fino ad oggi, non sia stata confermata da alcun atto ufficiale della direzione dell’Asl di Caserta, si profila la chiusura del reparto di Rianimazione e qualche ora fa, è iniziato il trasferimento, presso altre strutture, dei pazienti ricoverati al suo interno.  La confusione totale avvolge e caratterizza sia la fine del mandato di Mario De Biasio, che l’arrivo del nuovo manager Ferdinando Russo, insediatosi ieri mattina. Un clima torbido, misto ad un appiccicoso silenzio, continua ad avvolgere, come da tradizione, fatti e misfatti…A noi non resta che puntare il dito contro una gestione che si è distinta per lo scarso livello di qualità e trasparenza e che in uno strascico vergognoso ed ancora privo di nomenklatura, oggi non tiene conto in alcun modo del diritto all’assistenza del cittadino, in questo caso in maniera specifica, di coloro che sono ricoverati al San Rocco. Al di là delle indagini, del corso della giustizia e delle decisioni della commissione disciplinare poi, è assolutamente disdicevole che a nessuno sia venuto in mente che, già da tempo, sarebbe stato il caso di provvedere alla sostituzione dei medici anestesisti, nella eventualità di una sospensione prima e di un licenziamento poi. Figuriamoci se nel prezioso calendario delle priorità del De Biasio, poteva trovare un angolo il San Rocco e relativi problemi …Organizzazione zero…umanità sottozero…professionalità doppio zero…Un curriculum perfetto soprattutto per chi non ne ha uno e se lo deve costruire…da zero.  Ebbene, per tornare all’infelice giornata di oggi: se gli anestesisti dovevano essere licenziati e fino ad oggi non avevate assunto alcuna decisione in merito …e soprattutto non siete stati punti dalla vaghezza di organizzarvi per la sostituzione…per favore ci spiegate come mai vi siete svegliati la vigilia di Ferragosto e senza una sola riga scritta ed opportunamente firmata, prima fate filtrare le notizie a vostro piacimento ed oggi alla chetichella senza uno straccio di informazione ufficiale, senza curarvi del disagio che state provocando, trasferite i pazienti? Ma vi guardate nello specchio qualche volta?, e cosa vedete?,  e soprattutto cosa fate? Hasta la verguenza!

2 Commenti

  1. Non si dovevano licenziari i medici iquali sono stati sempre a fianco dei malati e hanno fatto anche di piu di quello che glispettava fare e questo si dovrebbe chiedere ai pazienti se hanno sbagliato nel momento degli aggiornamenti che in altre usl si fanno a casa o in macchina sul computer allora trasferiteli sospendeteli ma non trattateli da delinguenti per dimostrare ai politici che vi comandano che siete bravi senza pensare minimamente alle conseguenze per famiglie senza altro reddito non facendo libera professione a nero….

  2. Quando si chiude una struttura, una fabbrica, il problema va cercato nei lavoratori di queste strutture….. Nel caso di questo ospedale, il problema già’ e’ noi a noi tutti cittadini di questa città’ e non solo…..

Comments are closed.