OSPEDALE, SEQUESTRATO CIRO GUERRIERO E…RILASCIATO SENZA RISCATTO

0
10

di Francesca Nardi

San Ciro tienimi la mano sulla testa…

la foto dei rifiuti sanitari pericolosi a rischio infettivo incustotidi                                  foto di Ciro Guerriero

Caserta Kest’è”…e l’abbiamo trovato così… Ciro Guerriero, dirigente del

il Video 1

MNS, mentre parlava tra (seco meco) e si allontanava dall’Ospedale di Caserta, finalmente rilasciato dopo un sequestro di mezz’ora ad opera di due vigilantes, che avevano ricevuto ordini precisi dal mega manager Mario Nicola Vittorio Ferrante che, “primitivamente” edotto sulle prerogative di un direttore generale, “primitivamente” gestisce ritenendo “primitivamente” di avere il diritto di vita e di morte sulla plebaglia circostante…I fatti: nel primo pomeriggio di ieri, Ciro Guerriero, chiamato da un amico, si era recato ad assistere alla protesta dei 50 lavoratori della ditta di pulizie dell’Ospedale Dussmann, dirottati a  Bologna. Ciro Guerriero viaggia sempre corredato di idonea “telecamerina” la qual cosa è una vera fortuna…altrimenti quante schifezze e controschifezze continuerebbero a ger

Il Video 2

mogliare dietro l’apparente tranquillità, di una ridente cittadina del Sud… questa! Camminando camminando, ecco che  Ciro incappa in una incredibile visione…ohibò… “Ma… – si chiede il nostro amico – possibile che i “rifiuti sanitari pericolosi a rischio infettivo” siano incartonati e gettati contro al muro e lasciati lì???, non è possibile…devo aver visto male”…Il nostro amico si avvicina e naturalmente non può fare a meno di immortalare quel saggio d

Video 3

i incredibile ordine ed igiene di cui si fregia l’ospedale in concomitanza con i problemi che si sono creati all’interno della Dussmann… Ahiahiahi…ma i vigilantes hanno ordini precisi ed immediatamente si avvicinano a Ciro, lo bloccano e gli intimano di non muoversi…Decisamente la Gestapo, all’addestratore Ferrante, gli fa un baffo arricciato all’insù…” “Non si muova…mi dia il cellulare…fermo…adesso chiamiamo i carabinieri!” Il feldmaresciallo fa sul serio, ma non è colpa sua…lui fa il lavoro che qualcuno “primitivamente” gli ha ordinato di fare…Ciro intanto, non sa se ridere per l’insieme più ridicolo che pericoloso, o piangere per la disperazione alla vista reale e concreta dello stato di civiltà e cultura cui è arrivata questa povera città, nelle sue massime espressioni istituzionali…Decide di attendere civilmente, l’arrivo dei carabinieri…i quali ovviamente, non lo hanno arrestato…probabilmente qualcuno al 4° piano dell’Ospedale avrà avuto la terza colica nervosa della giornata ma… non lo hanno arrestato!. Ci riprovi direttore Ferrante, può darsi che la prossima volta sia più fortunato… Qualcuno ha suggerito a Ciro Guerriero di sporgere una denuncia particolareggiata, ma Ciro ha detto: “Sono padri di famiglia…se hanno ricevuto ordini senza senso, non è colpa loro…io non denuncio e non intendo creare loro alcuna difficoltà…”

Cara Sacra Trimurti…noi vorremmo passare oltre e non essere costretti a parlare quotidianamente di voi…ma voi siete molto,  ma molto più interessanti del salone Margherita  ai tempi di Ettore Petrolini…ci sarebbe da ridere se non dovessimo piangere…