SANTA MARIA CAPUA VETERE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

0
11

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Tutti contro la violenza sulle donne. Dopo aver aderito all’iniziativa mondiale “Orange the World”

Antonio MIRRA

, concretizzatasi nell’illuminazione della facciata del Teatro Garibaldi, la Città di Santa Maria Capua Vetere è risultata ulteriormente protagonista in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne grazie anche all’importante convegno/dibattito che, sabato 25 novembre, si è tenuto presso la Fondazione Fest. Accanto al sindaco di Santa Maria Capua Vetere Antonio Mirra erano seduti il Presidente del Tribunale la dott.ssa Gabriella Maria Casella, il Procuratore Aggiunto della Procura della Repubblica il dottor Alessandro Milita – che ha portato anche i saluti  della dott.ssa Maria Antonietta Troncone, Procuratore della Repubblica -, il Sostituto Procuratore della Repubblica la dott.ssa Maria Alessandra Pinto, il Giudice per le indagini preliminari il dottor Sergio Enea, i giudici del lavoro le dott.sse Valentina Ricchezza e Flora Vollero, il professore aggregato di Diritto Pubblico e Costituzionale Luigi Ferraro, il segretario della Sottosezione dell’Associazione Nazionale Magistrati la dott.ssa Luigia Franzese, il presidente della scuola di formazione forense avvocato Antonio Mirra, l’avvocato Franco Buco in rappresentanza del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati, il Presidente del comitato pari opportunità ‘CPO’ l’avvocato Annamaria Ferriero e la Dirigente dell’Ambito Sociale di Santa Maria Capua Vetere la dott.ssa Francesca Palma. Il tema del dibattito era l’abuso di posizione dominante e pregiudizi di genere, anche titolo dello stesso convegno inserito nell’ambito del protocollo di intesa “Educazione alla Legalità” stipulato tra le istituzioni rappresentate al tavolo dei relatori con l’aggiunta dell’Arcidiocesi di Capua, e ha visto protagonisti soprattutto gli studenti delle scuole superiori e delle terze medie di tutti gli istituti comprensivi della città di Santa Maria Capua Vetere, grazie alla grande sensibilità delle dirigenze scolastiche il cui rapporto con l’Ente è costantemente curato dalla consigliera Edda De Iasio. Poesie inedite scritte dai ragazzi, canzoni, opere pittoriche ed esibizioni artistiche che hanno permesso di “portare in scena” il tema della violenza di genere e dell’abuso di posizione di dominante in un contesto che ha creato una continua sinergia tra tutti i presenti sul tema doloroso della violenza che si consuma ogni giorno, in ogni società e in ogni Stato contro la donna in quanto donna.