NAPOLI, IL RED BULL LIPSIA AVVERSARIO IN EUROPA LEAGUE. CON UN ‘PRECEDENTE’ FORTUNATO…

Si sono tenuti nella giornata di ieri i sorteggi dei turni ad eliminazione di Champions League ed Europa League, che vedono coinvolte ben sei squadre italiane. Il Napoli, declassato nella seconda competizione europea dopo il terzo posto nel girone della ‘coppa dalle grandi orecchie’, ha pescato il Red Bull Lipsia come avversaria nei sedicesimi di finale. Una sfida interessante per gli uomini di Maurizio Sarri, che se la vedranno con quella che ad oggi è la seconda forza del campionato tedesco. Una squadra nata solo pochi anni fa grazie al supporto del colosso Red Bull (che investe anche in Austria, col Salisburgo, e negli USA) e che ha scalato le gerarchie nazionali in brevissimo tempo; proprio per questo la squadra di Ralph Hasenhuttl viene fischiata sistematicamente nel proprio campionato, da Monaco ad Amburgo passando per Leverkusen e Dortmund. Intanto i soldi del colosso austriaco sono stati ben spesi e hanno portato giocatori di sicuro avvenire nella società sassone: il primo della lista è di sicuro Timo Werner, arrivato nell’estate 2016 e subito trascinatore dei suoi con 21 reti stagionali e adesso già a quota 11 in tutte le competizioni. Prestazioni notate dall’allenatore della Nazionale Joachim Loew, che lo ha reso subito il numero 9 della Mannschaft in vista del prossimo Mondiale in Russia. Altro giocatore di spessore è il centrocampista Naby Keita, 22enne tuttofare che l’anno prossimo vestirà la maglia rossa del Liverpool al modico prezzo di 48 milioni di sterline. Una squadra che al primo anno di Europa ha saputo farsi rispettare, sfiorando la qualificazione agli ottavi di Champions League e che vuole continuare a stupire. Ad oggi, un Napoli stanco farebbe molta fatica ad affrontare la freschezza del Lipsia, ma con le gare che si disputeranno a metà febbraio, gli azzurri hanno ancora tutto il tempo per recuperare le energie fisiche e mentali ed affrontare l’impegno, che sarà una prima assoluta in Europa. Ma non la prima a Lipsia: il Napoli di Maradona affrontò la Lokomotiv, altra società di Lipsia, nei sedicesimi di finale di Coppa Uefa, pareggiando 1-1 in Germania ed imponendosi 2-0 al San Paolo. Un precedente fortunato, visto che la stagione in questione era la 1988/89, quella della vittoria in terra europea.

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+