ACCORDI TRASVERSALI & LISTE CIVETTA

0

di Francesca Nardi

Le inventò Mussolini nel 1924 ma le hanno usate tutti i partiti a fasi alterne…magari turandosi il naso i soliti schizzinosi, serenamente gli inconsapevoli…Sono le liste civetta… “civetta” inteso nell’accezione più comune del termine e non in quella definizione, apparentemente sofisticata, ma praticamente incomprensibile, di “lista civetta” propriamente detta…Ebbene…eccole lì…puntuali e stilate senza alcuna vergogna, amenoché quelle scelte piovute dai testicoli di Abramo, la cui lettura ha ispirato i nostri sospetti, non siano dovute a banale incapacità…in tal caso i Mandrakeboys,  avrebbero ben potuto dedicarsi ad altro…Ma…quale logica seguono coloro che candidano uno sconosciuto, facendo fuori un candidato, ineccepibile sotto tutti i punti di vista?, che senso hanno le “parlamentarie” quando i votanti non hanno contezza alcuna dei candidati? E se così non fosse, non si spiegherebbe, tanto per fare un esempio, l’eliminazione di un esperto geologo che più volte ha offerto gratuitamente il proprio sostegno tecnico nell’analisi del territorio…per intenderci…stiamo parlando della Terra dei Fuochi e non del giardinetto dietro la casa della signora Gelsomina…E tanto per essere ancora più chiari, ci chiediamo e chiediamo a LeU, che senso abbia candidare un consigliere comunale, appartenente ad un movimento che, dopo aver asfissiato l’umanità con la sua resistenza ad aggregarsi a chicchessia, oggi decide di allearsi con i 5 Stelle?, ed ancora…quale tortuosa strategia guida la mano ed il pensiero di chi bypassa la città capoluogo, improvvisamente afona, sorda e cieca, e… candida “mai visti né sentiti” se non per caso?…A far buona compagnia alle probabili liste civetta, vi sono  i, sempre probabili, accordi sottobanco…sottobanco ma non troppo, poiché ad una lettura appena appena attenta, emergono come uno schiaffo in piena faccia all’intelligenza…Ed è così che …le scelte di un partito…allarmanti, improvvise, incomprensibili, assumono un significato chiaro, netto e  preciso, nel momento in cui andiamo a leggere il nome del nemico al quale, quel partito oppone, appunto in maniera incomprensibile, improvvisa, allarmante…il resto di niente…