ASL, CONCORSO PER VETERINARI, UN ALTRO SEQUESTRO

2

Forse qualcuno dovrebbe darsi una regolata a meno che, lassù nelle alte sfere dell’Asl,  lo sport preferito dei padroni del vapore, abituati a spargere e ad elargire favori, non sia quello di dare nell’occhio…o peggio ancora, sempre lassù, non si abbia la pessima abitudine di infischiarsene del senso di opportunità e di equità che dovrebbe guidare le azioni e le decisioni a discrezione di chi è deputato al controllo. E sembrerebbe proprio di sì…visto e considerato l’accumulo di privilegi, di cui il funzionario dell’Asl Mario Passariello continua ad essere destinatario…E’ infatti del 19 febbraio 2018, praticamente fresca di giornata, la delibera 207 (un’altra…l’ennesima) del direttore generale dell’Asl Mario De Biasio, che lo nomina componente della commissione esaminatrice per l’avviso pubblico, relativo alla selezione di un Esperto Informatico per il progetto “Equità in Salute”.  Stupisce tanta serena incoscienza da parte di chi ostinatamente protegge i suoi pupilli che entrano di diritto nella dimensione protetta dei “raccomandati” di ferro…Intanto, a sostegno della tesi che spiega come prima o poi le “cofecchie” vengono scoperte….è appena il caso di evidenziare che nella giornata di ieri i carabinieri si sono recati negli uffici di Via Unità Italiana, dove hanno sequestrato tutte le circa 500 domande di partecipazione al Concorso per Veterinari…quello stesso concorso in cui, grazie al collaudato sistema di scorrimento della graduatoria, troviamo tra i vincitori, il nipote del manager Mario De Biasio e la nipote del dottor Mario Dello Stritto, ultimamente nominato dirigente  del Servizio Veterinario… nei giorni scorsi per lo stesso motivo, fu la Polizia di Stato su mandato della Procura a recarsi negli uffici della stessa Asl e sequestrare atti dello stesso concorso. Decisamente….non ci sono parole…e fanno pure gli offesi….

2 Commenti

  1. Il funzionario che impropriamente si fa chiamare dottore perchè ha potuto pur acquisire una” laura” ma fu assunto come applicato addetto alla Farmacia ed essendo coll.amm.vo non potrebbe all’interno dell’azienda sciorinare un titolo acquistato come pure il diploma che lo comprò a Poggiomarino istituto privato e poi De Luca chiama gli altri camorristi e gli uomini che comandano gli enti dal lui nominati? non li conosce o è ingenuo come il figlio .
    Ah dimenticavo forse anche il carcere contribuisce a fare carriera visto che M.P. come sindaco di s.felice è stato arrestato e ha fatto 23 gg. di carcere

    • eh.. prima la polizia poi i carabinieri. Alla ASL stanno aspettando pure i vigili del fuoco, la finanza e la protezione civile. Se succede questo in un Avviso Pubblico per titoli e colloquio figuriamoci cosa succederà quando si farà il concorso per titoli ed esami. I Ros? la Dia? o pioveranno dal cielo pure i Parà ??

Comments are closed.