VERSO IL 4 MARZO… ARRANCANDO

di Francesca Nardi

Arrancando in maniera più o meno dignitosa per alcuni, pietosamente spocchiosa per altri e addirittura storditamente evanescente per altri ancora… gran parte dei candidati procedono, sostano, ridacchiano, si ascoltano compiti e compiacenti e qualcuno vaneggia prendendo spunto dal nulla costituito e facendo riferimento al nulla dichiarato. I buoni indietreggiano discretamente consapevoli, spinti dalla furia sconsiderata dei “primi” per forza e per convenienza…le parabole del buon samaritano, (ultima edizione riveduta e corretta negli scantinati del pensiero), che ascoltiamo “stupetiati” nel quotidiano, costituiscono materiale poderoso per le future generazioni che andranno in giro scalze e coperte di pelli mollemente adagiate sui fianchi, e mangeranno cavallette salmistrate al profumo di cimici dorate al sole e tritate. La profondità di pensiero al femminile che negli ultimi giorni ci ha aggredito con violenza è stata superiore persino alle nostre più rosee aspettative…al querulo: sono la più giovane in tema di esperienza dell’una fa da contraltare il rauco sgrammaticare dell’altra e personalità di spicco al femminile che pur ci sono vengono penalizzate da un insieme coreografico rustico e terribilmente evidente…. Una campagna elettorale scadente sciorinata sulle volgari riflessioni dialettiche di Sgarbi, sui fraintendimenti del fanatico di fb sempre pronto a “mozzicare” a vanvera, mostrando oltre che grassa maleducazione, una ignoranza abissale, sulle piccole vendette personali, sull’approssimazione, sulle frasi fatte, sugli eroismi dei galletti di periferia che si sbattono il petto tatuato e si grattano la cresta imbalsamata sulla nuca, spaccano una vetrina, stracciano un manifesto e poi, secondo la teoria della prevenzione, corrono da mammà chioccia che, sentendosi improvvisamente investita dal sacro fuoco della partecipazione neo-risorgimentale, picchia nervosa l’unghietta sullo smartphone, facendo saltare l’ultimo residuo di smalto rigorosamente nero e sempre su fb scrive: “Questi sporchi fascisti hanno preso il manganello ed hanno aggredito due ragazzini che guardavano le vetrine”… Una campagna elettorale avvilente ed avvilita con un obiettivo preciso: fermate i 5Stelle, abbasso Casapound, fuori i fascisti. Per quanto ci si sforzi non sembra che vi siano stati altri argomenti …eppure di argomenti in questo territorio ce ne sono a iosa…ma evidentemente non  c’è tempo né maniera di essere seri o forse è soltanto una questione di capacità e preparazione…E’ evidente che in questo Mare Magnum di inutili produzioni semi sgangherate e parole alla rinfusa, coloro che al maschile ed al femminile, sono seriamente e concretamente impegnati per far sì che la competizione, abbia un senso,  rischiano di finire nello stesso calderone, il che offrirà una immagine complessiva del territorio e dei suoi rappresentanti, immiserita…il tutto grazie ovviamente a qualche genio immortale della politica che a monte ha diviso la farina dalla crusca secondo la propria convenienza, scegliendo ovviamente la crusca.

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+