L’IPERREALISMO DI MIRETTA SPARANO ARRIVA IN MOSTRA AL QUARTIERE MILITARE BORBONICO

0

CASAGIOVE – Si arricchisce l’agenda degli appuntamenti culturali proposti per questo weekend  e tra gli eventi in programma si segnala l’inaugurazione della Mostra personale dell’artista salernitana Maria Antonietta Sparano dal titolo  Visioni, a cura di Gianpaolo Coronas, che si terrà Domenica 25 Febbraio alle ore 18.30 presso lo spazio culturale del Quartiere Militare Borbonico di Casagiove (CE).

L’esposizione di Miretta, giovane artista riconosciuta già in ambito internazionale, s’inserisce a pieno diritto nel calendario delle proposte di promozione artistica e culturale delineato dall’Amministrazione comunale di Casagiove nella persona del consigliere incaricato alla Cultura Gennaro Caiazza, che reputa “innovativa e di indiscutibile valore la produzione artistica di Miretta, che è incentrata sulla trasposizione di soggetti lasciando entrare il reale nelle tele… trasformandole così in supporti in cui si dà forma alla vita. Uno spettacolo di soggetti in cui si sperimentano le emozioni in maniera intensa.  Ancora una volta ringrazio l’art promoter Gianpaolo Coronas, considerato un po’ un mecenate dell’arte contemporanea, per la sua collaborazione nella stesura di un progetto di ampio respiro e di importante rilievo per la promozione della città”.

Miretta Sparano, 26enne della provincia salernitana, illustratrice, decoratrice e ritrattista coltiva una passione innata per tutto ciò che è disegno riuscendo in pochi anni a tradurre la sua forza creativa in una forza creatrice. Si è avvicinata attraverso la fotografia alla corrente artistica di origini americane dell’Iperrealismo, riuscendo in una rappresentazione artistica che è pura espressione dei moti dell’animo. Miretta, come lei stessa confessa, predilige i volti femminili che ha iniziato a riprodurre in maniera naturale seguendo il suo istinto. La donna dell’Arte iperrealista, o del realismo fotografico, di Miretta Sparano è l’origine di ogni cosa. “Attraverso la donna passa la vita, ed io amo tutto ciò che è vivo”. La matrice di tutto è racchiusa negli sguardi, nei lineamenti di bellezza in cui i volti assumono forma, nuance di colore e sensazioni.  Per lei la donna è portatrice di un valore estetico che assurge alla perfezione; un  assioma di completezza che ritrova solo annunciato nelle movenze dei bambini.

Lo storico dell’arte Alberto D’Atanasio, Direttore Museo Modigliani, parlando di Miretta Sparano definisce la sua originalità una ricerca sulla figura che si fa via via minuziosa.  Tra le sue esposizioni si ricordano principalmente quelle al “Ductus II” di Tivoli, all’EXPO Internazionale della Pace e dell’Arte Visiva Contemporanea a Salerno, All’Art Travels di New York, alla Biennale d’arte contemporanea di San Leucio e, ancora, al Miami meets Milano: international art meeting con l’opera “Baci”. Inoltre, ha conquistato lo scorso ottobre l’attestato di selezione 57a Biennale di Venezia – Spoleto Pavillon – a cura del critico d’arte prof. Vittorio Sgarbi.

La serata godrà dell’intervento critico della giornalista Jenny Longobardi e sarà allietata da un reading di poesie di Alberto Sepolvere accompagnato dalle note in chitarra di Gianni Cipullo.

La Mostra a Casagiove è ad ingresso libero e sarà accessibile al pubblico fino al 3 marzo 2018.