DONATELLA PERULLO PRESENTA IL LIBRO ‘IL GIOCO DEL RAGNO’ ASSIEME AI GD

0

RECALE – Per l’ottava edizione di #LibrAria “Parole in circolo”, i Giovani Democratici della sezione “Pier Paolo Pasolini” propongono un incontro nostrano dove presenteranno la scrittrice recalese Donatella Perullo. L’appuntamento è fissato per Venerdì 27 Aprile, alle ore 18:30, al “Cafè BellaVita”, in via Roma, 50, a Recale. L’iniziativa, come quelle che l’hanno preceduta, sarà strutturata secondo la forma di un’intervista-dialogo con l’autrice. «Dopo otto edizioni di #LibrAria-Parole in circolo, – dichiara la responsabile comunicazione dei GD, Raffaella Alberico – dove ci siamo posti come primo obiettivo quello di presentare scrittori della nostra terra, ci onora intervistare e far conoscere ai cittadini recalesi una scrittrice del luogo. Donatella Perullo, con la sua scrittura semplice e mai banale, con abilità e senza luoghi comuni, ci offre uno spaccato della vita reale, con numerosi spunti di riflessione su temi di cronaca contemporanea. Il suo libro “Il gioco del ragno” può essere visto, idealmente, come un quadro che comprendiamo tutto insieme, fino dentro l’ultima pagina». «In tempi in cui, la passione per la lettura sembra dissolversi tra i giovani, si ha bisogno di modelli da seguire, che possano ridare la voglia di leggere, o perfino di scrivere, racconti e romanzi. Questo è il caso del libro “Il gioco del Ragno”, – prosegue Salvatore Maietta, il più giovane tra i militanti dei Giovani Democratici di Recale che ha condiviso la cura dell’evento –  scritto da Donatella Perullo, che per quanto sia innegabile che i grandi classici abbiano fatto la storia di un certo stile di narrativa, sono pur sempre modelli lontani, e troppo alti da raggiungere; infatti se confrontiamo Donatella Perullo, con Arthur Conan Doyle, o Agatha Christie, è ovvio che i ragazzi vedrebbero la scrittrice recalese, come non solo più vicina, ma come una stupenda novità per noi e un esempio vivido per quanti sono affascinati dal desiderio di emularla». «L’incontro di venerdì sarà il primo del 2018. Anagrammando “LibrAria” viene fuori Aria (di) Libri, – aggiunge il Segretario dei GD, Michele Landolfo – ossia un’atmosfera di parole in circolo che vagano per il paese infondendo il gusto di leggere. Così nasce tutto, con una mission precisa: scoprire le creatività del territorio per favorirne l’incontro con il pubblico locale. Stavolta facciamo veramente centro, ospitando una concittadina già affermata autrice di un romanzo poliziesco “made in Recale”. Una sete di curiosità saziabile e la tentazione di imbattersi in un corposo groviglio narrativo da sciogliere le ragioni forti per non mancare l’appuntamento. Vi aspettiamo».