AMMINISTRATIVE MADDALONI, MICHELE FERRARO (M5S): ALLEANZE CON IL DIAVOLO E PROMESSE DI LAVORO

0

MADDALONI – Mancano poco più di 20 giorni all’appuntamento elettorale per le amministrative a Maddaloni.

Dopo la presentazione della lista, per il M5S inizia il tour che vedrà il gruppo pentastellato locale toccare gli angoli della città delle due torri per spiegare il programma elettorale stilato dalla candidata Sindaco Tina Santo e dal movimento che la sostiene.

Nel frattempo, non mancano gli affondi nei confronti dei competitors.

Così l’Avvocato Michele Ferraro, attivista del M5S di Maddaloni:

MICHELE FERRARO (M5S Maddaloni)

“Oggi tutti si preoccupano della sorte della nostra città: c’è chi vuole vincere a tutti costi, anche alleandosi con il diavolo, senza spiegare, però, cosa vuole veramente fare per Maddaloni; chi, da grande demagogo, vuole risolvere l’annoso problema della disoccupazione, promettendo grandi progetti industriali.

Spero che questa volta i cittadini di Maddaloni, prima di scegliere chi votare, si pongono alcune domande: perché questi signori si ricordano di Maddaloni solo nel periodo elettorale?; perché i posti di lavoro vengono fuori e promessi solo in periodo elettorale?; perché i soliti noti,  che, tra l’altro, hanno già “Amministrato” questa città in passato, sia con il centro-sinistra che con il centro-destra, ancora oggi li vediamo impegnati a fare politica direttamente o indirettamente? Cosa li spinge a stare ancora sulla scena politica, dopo che hanno contribuito a provocare il disastro che è sotto gli occhi di tutti?

Forse, ritengo io, perché per Maddaloni si aprono in futuro interessanti prospettive per grandi imprenditori e professionisti. Prospettive del tipo interporto Sud Europa che in termini di occupazione non ha dato nulla a Maddaloni, anzi ha tolto terreni a tanti coltivatori che sopravvivevano con il loro lavoro di contadini, o quella del PUC (Piano Urbanistico Comunale), strumento complesso e importante, la cui redazione dovrà essere affidata a tecnici specializzati con la collaborazione di altre figure professionali, dal Comune.

Faccio un invito a tutti i cittadini: questa volta non votate un candidato solo perché è un parente, un amico o uno che vi ha fatto un favore (Che forse vi spettava di diritto).

Votate in modo libero, senza alcun condizionamento.

Date un’occasione a persone che vogliono veramente cambiare, che lo vogliono fare con il cuore, perché amano la propria città, che non hanno partecipato al disastro che viviamo, che soffrono vedere Maddaloni mortificata anche per le tante vicende giudiziarie riportate quotidianamente da tutte le testate giornalistiche, anche nazionali.”