AMMINISTRATIVE – MARIA LUISA DI TOMMASO PRESENTA “RINASCITA ALIFANA” E FISSA LE PRIORITÀ PROGRAMMATICHE

0

I PUNTI URGENTI PER LA CANDIDATA SINDACO: RISOLUZIONE EMERGENZA IDRICA, ADEGUAMENTO RETE STRADALE, AMMODERNAMENTO DELLE SCUOLE, VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E RILANCIO DELLA ZONA ASI

 MARIA LUISA DI TOMMASO

ALIFE – Una piazza Santa Caterina gremita di cittadini ha accolto, nel tardo pomeriggio di ieri, il candidato sindaco Maria Luisa Di Tommaso e l’intera lista Rinascita Alifana nella loro prima uscita pubblica.

Di Tommaso ha presentato i 12 candidati al consiglio comunale che formano la sua squadra e che la affiancheranno nei prossimi 5 anni alla guida del Comune, quindi ha spiegato le motivazioni della sua decisione di candidarsi a sindaco:

“Ho accettato di impegnarmi in prima persona e di guidare questa meravigliosa lista unicamente per amore della città dove vivo da 25 anni e tutto l’anno con la mia famiglia, perché voglio che non solo i miei 3 figli ma, un domani, anche i miei nipoti possano restare ad Alife e crescere, vivere e realizzarsi professionalmente qui.

Sarò un Sindaco-cittadino, dedicherò molto tempo agli alifani perché è arrivato il momento di riscattare questa città. Abbiamo una cultura e una tradizione inferiori a nessuno, quindi basta con il chiacchiericcio e le polemiche: noi dobbiamo pensare solo a lavorare a testa bassa per il bene di Alife”.

Il candidato sindaco di Rinascita Alifana ha, poi, fissato le priorità programmatiche per la lista Rinascita Alifana:

“La prossima amministrazione comunale dovrà affrontare da subito alcune problematiche da risolvere senza attendere neanche un minuto in più. Noi dal giorno dopo l’elezione, andremo subito in Regione per risolvere l’emergenza idrica che attanaglia Alife che è la città dell’acqua. Non è concepibile restare troppo spesso senz’acqua e senza alcun preavviso per una rete obsoleta e fatiscente. 

Analogamente, riqualificheremo le strade interne e rurali che sono impercorribili; ammoderneremo le scuole cittadine che vanno messe nella condizione di garantire massima sicurezza ai nostri figli; valorizzeremo adeguatamente i beni culturali, artistici, architettonici ed archeologici di cui è ricca Alife perché possa esserci vero turismo; infine, dovremo rilanciare la zona Asi dove ci sono importanti insediamenti produttivi e dove il Comune dovrà favorire le condizioni migliori per creare nuova occupazione in favore dei giovani alifani”, ha concluso Di Tommaso.