SMCV, SANTILLO FA I SUOI AUGURI AL NEO VICESINDACO BAIA E AI NUOVI INNESTI IN GIUNTA

0

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Mariagabriella Santillo, commissario cittadino di Campania Libera, rende noti i suoi apprezzamenti per i nuovi incarichi in giunta comunale, tra cui spicca Rosida Baia come nuovo vicesindaco: «In qualità di commissario cittadino di Campania libera, desidero congratularmi sinceramente con il neo vicesindaco Rosida Baia e l’assessore Francesco Petrella per gli incarichi ricevuti e con la nuova consigliera Roberta Masciandaro per l’ingresso in Assise. Le condivisibili decisioni adottate dal primo cittadino Antonio Mirra sottolineano quanto sia stata strumentalizzata la mia posizione negli ultimi mesi: non sono mai stata interessata a rivestire nessuno dei ruoli in questione, sono espressione di un movimento politico e come tale cerco di assolvere a tutti gli oneri che tale ruolo comporta. Ricordo a chi ha memoria corta che Campania libera ha portato 3300 voti e ha il dovere di operare solo per la città. Chi vuole lavorare veramente per Santa Maria Capua Vetere può farlo serenamente stando in Consiglio. Il mio impegno costante, sia per la città che per il rione San Andrea, credo lo dimostrino ampiamente. Come esplicitamente riportato nel comunicato stampa dallo stesso sindaco Mirra, Campania libera avrà prestissimo il suo rappresentante in giunta: un tempo, seppure breve, necessario a trovare la sintesi in direttivo per individuare il miglior profilo possibile. A tal riguardo, tengo a precisare che di sicuro non risponderà a quello della sottoscritta che preferisce in questa fase onorare i voti del suo elettorato continuando a sedere in consiglio ed assolvere il ruolo di commissario cittadino di Campania libera. Oramai siamo arrivati al giro di boa, questa amministrazione, che mi pregio di rappresentare in pieno, ha il dovere di dare risposte concrete ad un elettorato che, compatto e fiducioso, ci ha accordato alle Amministrative del 2016 il suo voto in maniera così massiccia puntando su promesse e programmi che non possono essere assolutamente disattesi».