VENTRE: SACRIFICIO E SENSO DEL DOVERE, INTITOLIAMO UNA STRADA AL GIOVANE CARABINIERE

CASERTA – Grande il dolore e lo sgomento della politica casertana e della gente comune per la morte del giovane carabiniere ucciso da un treno mentre inseguiva un ladro sui binari del treno. Questo il commento dell’onorevole Riccardo Ventre alla triste notizia “La notizia che stamattina ha colpito tutta la Città e la Provincia lasciandola esterrefatta, è stata l’eroica morte del Vice Brigadiere dei Carabinieri Emanuele Reali deceduto ieri, travolto da un treno, mentre inseguiva un ladro. La morte in circostanze tragiche di un giovane di 34 anni, peraltro nell’adempimento volontario, sottolineo volontario, di un atto che si presentava estremamente pericoloso, è cosa che sconvolge sempre e ci fa interrogare sulla nostra esistenza. La morte del Vice Brigadiere dei carabinieri Emanuele Reali, pone a noi Casertani un ulteriore interrogativo ed anche un obbligo, ossia quello di una risposta adeguata ai commenti negativi che già da oggi molti media non locali faranno, come hanno sempre fatto, sulla nostra Città e sulla nostra Provincia, oltre che sul Mezzogiorno in generale. Ed invero, poichè tutti abbiamo consapevolezza e fierezza dell’onestà della nostra gente è necessario, direi indispensabile, che il Comune, ovvero ogni Comune del casertano nonché la Provincia, aldilà delle pur opportune commemorazioni , compia un atto concreto e duraturo per ricordare ed additarlo come esempio alle future generazioni. Perché non intitolare dunque , subito, stante la eccezionalità dell’evento, una strada a questo eroe dei nostri tempi, ricordo che onorerebbe lui ed al tempo stesso le nostre forze di polizia. Propongo pertanto formalmente l’intitolazione, senza indugi – termina il presidente emerito della Provincia di Caserta – di una strada della nostra città, atto che servirebbe, tra l’altro, a dimostrare a tutto il Paese che Caserta e il Mezzogiorno d’Italia apprezzano nel modo più elevato l’onestà , la legalità, il senso del dovere dei servitori dello Stato”.

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+