LA FRUTTA DI NOVEMBRE

0

Colori caldi per la frutta di novembre: arance, cachi, mandarini, pere. Tanti frutti che ci aiutano a fare il pieno di vitamine e a prepararci per l’inverno, rafforzando le nostre difese immunitarie. Vitamine, antiossidanti e sali minerali presenti nella frutta di stagione ci rendono più forti e si ripercuotono sulla salute generale dell’organismo. La pelle è la prima a mostrare gli effetti del consumo regolare di arance e cachi, ad esempio, perché beneficia dell’apporto vitaminico e di antiossidanti di questa frutta. Bisogna ricordare di mangiare sempre almeno 5 porzioni tra frutta e verdura al giorno e di preferire sempre prodotti freschi e di stagione: l’alimentazione è fondamentale per prevenire i malanni di stagione e la depressione legata ai cambi di temperature e alla minore quantità di luce.

Vediamo insieme qual è la frutta che novembre ci offre e quali sono le loro proprietà benefiche.

ARANCE

Proprietà nutrizionali:
ricchissime di vitamina C, ma anche di A e B. Sono composte per l’86% di acqua.

Proprietà terapeutiche:
rafforzano il sistema immunitario, prevengono i disturbi cardiovascolari, sono ottimi antiossidanti e aiutano a combattere l’anemia.

CASTAGNE

Proprietà nutrizionali:
ricche di vitamina A, B1 (tiamina), B2, B3,B5, B6, B9, B12, C e D, di minerali (sodio, calcio, fosforo, magnesio, ferro, potassio, zinco, rame e manganese). E poi aminoacidi, tra cui acido aspartico, acido glutammico, arginina, alanina, glicina, leucina, prolina, serina e treonina.

Proprietà terapeutiche:
aiutano il regolare funzionamento dell’intestino, rafforzano i muscoli e il tessuto nervoso. Il loro consumo è particolarmente indicato nei periodi di forte stanchezza, in casi di convalescenza e durante la gravidanza. Anche perché alcune ricerche hanno dimostrato che mangiare castagne aiuta a prevenire la comparsa di diverse malattie del feto.

KAKI o CACHI

Proprietà nutrizionali:
ricchi di carotenoidi (vitamina A) e vitamina C, acqua, potassio e zuccheri (è composto per il 18% di zuccheri). Devono essere consumati con moderazione, soprattutto in una dieta ipocalorica.

Proprietà terapeutiche:
rendono più forti le difese immunitarie, favoriscono la ricrescita dei tessuti e delle mucose dopo gli attacchi del raffreddore. Frutti molto energetici, i cachi sono dei ricostituenti naturali che stimolano e rafforzano il sistema immunitario.

KIWI

Proprietà nutrizionali:
è tra i frutti con più alto contenuto di vitamina C, anche più del limone e dell’arancia. Ricco di sali minerali (in particolare di potassio e magnesio), il kiwi rinfresca, disseta e regola la funzionalità cardiaca e la pressione arteriosa.

Proprietà terapeutiche: grazie alla notevole quantità di fibre, il kiwi è un rimedio naturale contro la stitichezza, perché favorisce il transito intestinale. Riduce l’anemia e facilita l’assorbimento del ferro.

MANDARINO

Proprietà nutrizionali:
il mandarino è costituito per circa l’81% di acqua e contiene potassio (210 mg), calcio (31 mg), fosforo (19 mg), sodio (1 mg), ferro (0.3 mg), vitamina C (circa 40 mg ogni 100 gr rispetto ai 50 mg delle arance), vitamina A (18 mcg) e vitamine del gruppo B (vitamina B1: 0.08 mg, vitamina B2: 0.07 mg, vitamina B3: 0.3 mg). È un frutto ricco di zuccheri, quindi è meglio non eccedere con il consumo.

Proprietà terapeutiche:
il mandarino aiuta a rafforzare il sistema immunitario. L’alta percentuale di fibre lo rende un prezioso alleato per la regolarità del nostro intestino. È rimineralizzante e ha proprietà toniche: grazie alla vitamina P, favorisce la diuresi e contrasta la ritenzione idrica. Inoltre, il bromo che contiene è un sedativo per il sistema nervoso, aiuta a rilassarsi e concilia il sonno.

MELE

Proprietà nutrizionali:
le mele contengono circa 40 calorie per 100 grammi. Sono costituite per l’85% da acqua, ma contengono anche le vitamine A, B1, B2, C e PP. Inoltre, sono ricche sali minerali e oligoelementi come calcio, cloro, ferro, rame, magnesio, zolfo, potassio, fosforo. Nella mela c’è anche la pectina, che aiuta ad abbassare il tasso di colesterolo nel sangue.

Proprietà terapeutiche:
Grazie al contenuto di pectina, svolgono un’azione depurativa e aiuta l’organismo a liberarsi dalle tossine. Le sostanze contenute nella buccia (triterpenoidi) contrasterebbero la comparsa di alcuni tumori (fegato, colon e seno). Mangiare mele favorisce il corretto funzionamento delle vie respiratorie, previene inoltre le malattie cardiache. Infine, le mele sono ricche di fitonutrienti che aiutano a prevenire malattie celebrali come l’Alzheimer ed il morbo di Parkinson.

PERE

Proprietà nutrizionali:
le pere sono ricche di vitamine del gruppo B e sali minerali, e contengono anche molte fibre. Una sola pera assicura il 16% delle fibre di cui il corpo necessita ogni giorno.

Proprietà terapeutiche:
Le pere aiutano in caso di intestino pigro e stipsi, in quanto facilitano il regolare transito intestinale. Contrastano l’artrite, la gotta ed è indicata in caso di stanchezza psicofisica. Inoltre, sono ricche di sorbitolo, sostanza che favorisce la digestione e svolge un’azione benefica sui denti.