CASERTA, LUOGO CHE VAI… MONNEZZA CHE TROVI…

2

(f.n.) – La città è decisamente, inequivocabilmente… sporca!, le sue strade sono un’autentica ed intollerabile vergogna!,…attraversarla è diventato un atto di rabbiosa sofferenza…quindi… le ruote della tacchinella variopinta che paparea compiaciuta e percorre in lungo ed in largo la giornata dell’8 marzo, ci interessa tanto poco quanto niente…Consapevoli dei problemi irrisolti delle donne e degli uomini, che nessuna commissione delle Pari opportunità, per quanto corposa e prestigiosa sia, riuscirà a risolvere, ci apprestiamo all’ennesimo insulto del sindaco, consacrato dal solito sorriso…e dal solito applausometro… ma… la domanda sorge spontanea…in quel dell’isola ecologica o centro di riciclaggio “Talamonti” cosa si fa di bello?, oltre ad esporre piccoli tavolini di finta epoca, sedie campione e bandiere inglesi,  ma sicuramente riciclabili, come giustamente recita la targa?, resta da vedere cosa si intenda per “riciclabile”…esistono diverse ed interessanti scuole di pensiero…ma avremo tempo e modo di esaminare le altrui fantasie…E tanto per restare dalle parti tranquille ed indisturbate del cimitero…secondo voi… cosa si fa di bello nel terreno adiacente…vicino vicino …all’isola Talamonti, in quella piccola prateria in cui qualche buontempone con la nocca, ha scaricato nel tempo e non sappiamo se impunemente o meno, materiale “inerte”…inerte per modo di dire…poiché il legno verniciato è molto poco “inerte” ai fini del danno, ma piuttosto speciale nonché pericoloso e tossico come rifiuto…o no?…l’area è recintata…ma non basta recintare quella che sembra a tutti gli effetti, una discarica a cielo aperto….forse la norma sulle isole ecologiche, ammesso che quell’area lo sia, recita diversamente…e se non fosse un’isola ecologica come la sua gemellina di lato,  ma soltanto ciò che sembra e cioè una discarica, ci chiediamo se si trovi in territorio casertano o se non sia stata istituita dal protocollo internazionale, una nuova striscia di “gaza casalinga”…indipendente da qualsiasi governo o giurisdizione…Perché…se si trova in territorio casertano… forse qualcosa non torna…Detto questo…mentre il sindaco si aggiusterà il labbro superiore in un’altra risatina e deciderà di passare appresso, ci si chiede… a fronte degli oltre 2 milioni di euro che la determina 286 a firma Biondi, assegna all’Eco.Car.Srl, per assicurare la continuità del servizio di raccolta monnezza, per due altri mesi (marzo-aprile),  forse almeno una “finta” al sapor di “ripulitura della faccia”…la si dovrebbe mettere in campo, o no? Forse qualcuno dovrebbe porsi il problema di quello “schifo” in bella vista di fonte al cimitero ed anche di qualche altro schifo… facilmente intuibile anche se …viscido e repellente… A proposito di risate, cretini che criticano e trasparenza… è appena il caso di sottolineare che il Portale dell’amministrazione trasparente del Comune di Caserta questa mattina faceva i capricci  e la sezione Delibere e Determine non era disponibile…Fortunatamente avevamo già provveduto…Hasta la vista!  

2 Commenti

  1. “Intollerabile vergogna”….. e non solo per questo!
    Chissà perchè come per magia, periodicamente, si ripresentano le buche per strada……
    Possibile che non si riesce a risolvere questo problema che ha interessato ed interessa tutti gli schieramenti politici.
    Mi piacerebbe un bel report da parte vostra.
    Grazie

Comments are closed.