CONGRESSO FONDATIVO “LIBERA RAPPRESENTANZA DEI MILITARI”: HOTEL IBIS STRACOLMO…UN SUCCESSO

0

ROMA  Sabato 4 maggio 2019 si è tenuto, a Palermo, presso la sala Manfredi dell’hotel Ibis Styles, il congresso fondativo dell’Associazione Sindacale “Libera Rappresentanza dei Militari”.

Il meeting fondativo del primo sindacato dedicato alle donne ed agli uomini dell’esercito italiano, dal tema “Svolta dei diritti sindacali per i militari”, ha vantato la partecipazione di 200 e più persone. Il battesimo ufficiale è stato moderato da Mauro Faso; i lavori sono iniziati con l’inno di Mameli e la proiezione del video “Evviva l’Italia”.

Ne é seguita l’opera artistica della pittrice Giovanna Lettieri, in onore di Santa Rosalia, patrona della città di Palermo, donata al Comune per mano del coordinatore nazionale eventi di LRM, Pasquale D’Alterio all’Assessore alla cultura, Dott. Adham Darawsha, di origini palestinesi e da vent’anni in Italia.

L’assessore ha voluto ringraziare l’Esercito per il lavoro svolto in Sicilia, con l’operazione vespri siciliani, in Libano con l’ONU, oltre che  per l’impegno profuso in tutto il mondo a favore delle popolazioni colpite dalla guerra. Darashawa ha ringraziato la pittrice di Roccarainola, complimentandosi per l’opera.

Il Presidente Girolamo Foti, ha invitato le gerarchie “infastidite” dal sindacato militare ad accettarlo quale ineluttabile processo irreversibile, secondo quanto previsto dalla Corte Costituzionale, in relazione alla sentenza 120 ed all’articolo 52 della Costituzione italiana.

“Lancio un appello – afferma Foti – al Ministro della Difesa ed alla politica in generale affinché non vengano abbandonati i nostri volontari V.F.P. 4 e lasciati senza un lavoro dopo gli 8 anni di servizio. Sono vicino alla Dott.ssa Trenta, ha aggiunto, oggetto di attacchi strumentali provenienti da gruppi politici storicamente di matrice antisindacale”.

Il presidente dell’Organizzazione Europea delle Associazioni Militari “Euromil”, Emmanuel Jacob, ha esortato le associazioni militari a far sì che la politica consegni al paese una legge che davvero riconosca i diritti dei militari, guardando al lavoratore prima di tutto.Il professore aggregato di diritto al lavoro dell’università di Palermo, Avv. Lorenzo Maria Dentici, dopo una breve  disamina sui diritti sindacali e sulle naturali competenze dei tribunali del lavoro rispetto a quelli amministrativi nel contesto sindacale, si  è offerto di collaborare ove richiesto per dare un fattivo apporto e sostegno per le  realtà sindacali.

L’onorevole di “Forza Italia”, senatore Paolo Russo, ha ribadito l’importanza della nascita del sindacato militare, aggiungendo che quest’ultimo non deve essere visto come un pericolo imminente, bensì come mezzo fondamentale per migliorare la funzionalità delle forze armate.

Il senatore del “Partito Democratico”, Davide Faraone, ha ringraziato LRM per averlo  invitato con la convinzione che la sindacalizzazione delle forze armate sia un atto positivo per i militari che lavorano ed operano in uno stato di diritto e che esso non farà mancare il suo sostegno parlamentare indipendentemente da chi ha proposto il provvedimento in quanto lo ritiene giusto. Faraone ha raccontato che il suo legame con l’esercito è nato quando era giovane e vedeva i soldati coinvolti nelle operazioni dei vespri siciliani, riportare lo stato nella terra siciliana, dopo le morti di Falcone e Borsellino.

E’ intervenuto anche l’onorevole Giuseppe Chiazzese del Movimento 5 Stelle, membro della IV Commissione Difesa della Camera, che ha salutato con entusiasmo la nascita del sindacato militare, illustrando tutti i lavori svolti in commissione a favore del mondo delle forze armate. L’esponente pentastellato  ha rassicurato i presenti sull’assoluta volontà di portare a termine e bene il provvedimento in itinere.

Il Segretario della “Democrazia Cristiana”, Onorevole Angelo Sandri, si è espresso a favore del progetto sindacale per le Forze Armate, per il quale ha augurato il meglio, ed ha ribadito che ci vogliono più fatti concreti in politica.

Il Segretario Generale del Sindacato Libera Rappresentanza dei Militari, Marco Votano, in avvio della fase congressuale operativa del meeting , ha fatto una disamina dei lavori Parlamentari  attualmente in corso presso la Commissione Difesa e dei vari interventi, richiamandosi ai concetti espressi dal precedente intervento del Presidente di Euromil Emmanuel Jacob, riguardo all’inesistenza di controindicazioni nell’istituire fattivamente i sindacati militari. Votano ha, poi, illustrato  tre fondamentali  risultati ottenuti dal sindacato L.R.M., ovvero i servizi che verranno gratuitamente garantiti agli iscritti in merito a prima consulenza ed assistenza legale, attraverso il “Team Legal” composto da circa 30 avvocati e studi legali selezionati in tutto il territorio nazionale; i servizi fiscali di caf e patronato, gratuitamente offerti agli iscritti grazie ad un protocollo d’intesa con  “Enasc”;  la convenzione con la Carta sconti “Amica Card”, un circuito nazionale che conta più di 50.000  aziende commerciali affiliate.  Un servizio che favorirà i militari e loro familiari sull’acquisto di beni e servizi con sconti fino al 50%. Il Segretario ha concluso ponendo l’accento sull’organizzazione dipartimentale del Sindacato e sulla struttura direttiva che, oltre a prevedere equamente le 5 commissioni di categorie e quella dedicata alle donne, mette in atto la consultazione partecipativa estendendo, di volta in volta, le fasi decisionali ai propri iscritti.

Hanno  preso parola anche diversi componenti dell’Associazione sindacale: il Vice Presidente Sandro Frattalemi, che ha illustrato e posto in votazione lo Statuto e le cariche sia Direttive che di sezione approvati all’unanimità. È stato poi il turno di Ornella Russo, responsabile nazionale della “Commissione Donne”, che dopo un’attenta disamina sull’impiego di genere nelle Forze Armate  rispetto ai partners NATO, ha ribadito il proprio impegno nel coinvolgere le donne in divisa al progetto sindacale e lavorare per la formulazione di pareri e proposte che possano meglio conciliare le diverse esigenze.

Sono intervenuti inoltre: il Vice Presidente aggiunto Pasquale De Luca, che ha consegnato la targa di merito al collega dell’esercito italiano vittima del dovere, Vincenzo Mazzamuto; il Dr. Roberto Peretti, che ha presentato i servizi “Legal Team” e “Team Ready”; il responsabile al Dipartimento Sport e benessere, Vincenzo Mulè, che è intervenuto in relazione alle convenzioni per lo sport; il direttore generale di “Amica card” Jonatan Ciminiera, che ha ribadito il concetto secondo cui l’ azienda mirerà ad offrire convenzioni utili al lavoratore militare sia nel campo della medicina e che del benessere. A sorpresa Ciminiera ha omaggiato il sindacato di importanti spazi televisivi nazionali per creare una rubrica sulla falsa riga di “Rotocalco Militare”.

L’ Avvocato Massimo Scala, Resp. Caf Enasc, oltre a garantire la copertura nazionale sui servizi fiscali, ha lanciato un progetto di formazione professionale  gratuita per gli iscritti di LRM. Commovente l’intervento della vittima del dovere Lorenzo Motta, che, oltre a raccontare la sua esperienza, ha voluto ricordare il compianto commilitone Francesco  Giordano, defunta vittima del dovere.

Il ministro della difesa Elisabetta Trenta non ha fatto mancare i suoi auguri a “Libera Rappresentanza dei Militari”per il buon esito dell’evento. Nel testo pervenuto alla Segreteria dell’Associazione Sindacale, la Dottoressa si è soffermata sul fatto che la nascita delle associazioni rappresenta una vera e propria svolta epocale di cui si è detta orgogliosa e responsabile allo stesso tempo. Sulla stessa scia il sindaco di Palermo, Professor Leoluca Orlando, il quale ha espresso un pensiero di compiacimento per la realizzazione di una così importante  iniziativa.

Si è concluso fra applausi e sorrisi, dunque, il primo congresso fondativo dell’associazione sindacale libera rappresentanza dei Militari, che, non a caso, esordisce proprio il 4 maggio, data storica ove, nel 1861, nasceva l’Esercito Italiano.