L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE REPLICA A “IL GIGLIO”: BECERO E SCOMPOSTO L’INTERVENTO DEL PRESIDENTE

0
17

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Riceviamo e pubblichiamo la replica dell’amministrazione comunale di Santa Maria C.V. all’intervento del presidente dell’Associazione culturale “Il Giglio”.

“Rispetto all’evento organizzato dall’Istituto Mazzocchi e che merita esclusivamente ammirazione e rispetto per gli elevati contenuti culturali e per la significativa passione posta in essere dagli alunni della nostra Città, corre purtroppo l’obbligo dover intervenire per respingere con estrema forza il becero e scomposto intervento del Presidente dell’Associazione Culturale “Il Giglio” relativamente alla splendida manifestazione che questa mattina si è svolta presso il Comune di Santa Maria Capua Vetere e, in contemporanea, in numerosissime città italiane per celebrare il bicentenario della stesura de “L’Infinito” di Giacomo Leopardi.

L’evento che inizialmente si sarebbe dovuto svolgere in Piazza Matteotti anche con il patrocinio del Comune di Santa Maria Capua Vetere (vedi delibera di giunta n° 101 del 21 maggio 2019), è stato spostato esclusivamente su richiesta del Prof. Antonio Sapio, Dirigente Scolastico dell’Istituto Mazzocchi, presso la sala consiliare del Comune e, solo per il volo dei palloncini, presso il cortile della casa municipale. La richiesta è pervenuta tramite Pec dall’Istituto Mazzocchi in data 27 maggio perché, “a causa dell’inclemenza delle condizioni atmosferiche – come si legge nel documento inviato dalla Dirigenza Scolastica – e constata l’indifferibilità dell’evento… si chiede di valutare la possibilità di ospitare l’evento del 28 maggio presso l’Aula Consiliare della Casa Comunale”.

Allo stesso tempo quando il Presidente dell’Associazione “Il Giglio” scrive “esponenti politici dell’attuale amministrazione hanno ottenuto la loro passerella e propaganda politica, senza alcuna menzione né ringraziamento ai promotori dell’evento” è opportuno far presente allo stesso che così come era previsto il saluto istituzionale in Piazza Matteotti (anche questo richiesto dall’Istituto Mazzocchi con invito fatto pervenire all’Ente con la richiesta di patrocinio), così la partecipazione delle Istituzioni cittadine è stata registrata presso la sala consiliare. E’ evidente quindi che il Presidente dell’Associazione in questione non conosca la differenza tra fare politica e rappresentare le Istituzioni, cadendo lui in una polemica politica che mal si concilia con un’Associazione che vorrebbe e dovrebbe occuparsi di cultura.

Ci sentiamo di dire, per richiamare un ultimo passaggio delle sue scomposte dichiarazioni, che se c’è una “parte lesa” sono solo i ragazzi e il personale docente della Mazzocchi la cui splendida iniziativa è stata strumentalizzata politicamente e in maniera evidente dalla stessa Associazione “Il Giglio” e se c’è una cosa da cui l’associazione ha preso chiaramente le distanze è solo il buon senso”.