LA RIEVOCAZIONE STORICA DEL MATRIMONIO DI GIOVANNELLA STENDARDO

0

DAL 6 AL 9 GIUGNO AD ARIENZO

DOMENICA 2 GIUGNO LA PRESENTAZIONE DEL PROGRAMMAARIENZO (CE) – Quattro giorni all’insegna della storia, dell’arte, della cultura, dei giochi e della musica per ricordare una delle donne più potenti e affascinanti del Quattrocento meridionale: Giovannella Stendardo. La nobildonna, ricca erede e signora di Arienzo, Arpaia, Alife e Cancello, crebbe insieme alla regina Giovanna II, e andò in sposa a Marino Boffa, Gran Cancelliere del Regno di Napoli, Capo del Consiglio Reale,  nel   1417. Dopo 600 anni Arienzo vivrà nuovamente i fasti e le feste dell’epoca.

Verrà rievocato il matrimonio medievale attraverso figuranti in abiti dell’epoca che sfileranno lungo il centro di Arienzo in un percorso che si concluderà nel cuore storico di Terra Murata, il complesso monumentale di Sant’Agostino.

Domenica 2 giugno, alle ore 10,30, si terrà la presentazione del cartellone di eventi, presso la sala consiliare del Comune di Arienzo; seguirà, alle 12, la presentazione delle squadre che parteciperanno alla Corsa dell’Oste, ovvero il palio delle dieci contrade. Dalle 16 invece, il chiostro di S. Agostino ospiterà il casting dei figuranti per il matrimonio di Giovannella Stendardo e Marino Boffa.

 “Mi trovo con fierezza a ricoprire il ruolo di primo cittadino del Comune di Arienzo, in occasione della rievocazione storica del matrimonio della nostra Signora, lusingato di far parte di una manifestazione importante che darà lustro alla nostra comunità – ha dichiarato il sindaco di Arienzo Davide Guida -. Ringrazio quanti stanno collaborando alla realizzazione di questo evento, in primis l’ideatore Enzo Gagliardi e la consigliera delegata Mercedes Crisci”.  Per Enzo Gagliardi, direttore artistico dell’evento e presidente dell’Associazione Fatti per Volare: “Questo è sicuramente l’inizio di un’avventura di cui gli arienzani saranno custodi e protagonisti anche negli anni a venire”.

Alla conferenza stampa interverranno il sindaco Davide Guida, l’assessore Mercedes Crisci, il direttore artistico Enzo Gagliardi e il coordinatore dell’evento Michele Quercia. Il progetto rientra nei finanziamenti della Regione Campania degli eventi per la promozione turistica e la valorizzazione dei territori.