AVERSA, MUSEO DIOCESANO, AL VIA LA MOSTRA “BELLEZZA DIVINA: INCONTRO TRA FEDE, ARTE E STORIA”

0

IN CONCOMITANZA CON LA SETTIMANA “APERTI AL MAB”, LA DIOCESI DI AVERSA ORGANIZZA UNA MOSTRA CON UN INCONTRO IN CATTEDRALE (5 GIUGNO) E PERCORSI DI VISITA GUIDATA AL COMPLESSO DI SAN FRANCESCO (7-8-9 GIUGNO)AVERSA – Anche la diocesi di Aversa aderisce all’iniziativa “Aperti al MAB Musei, Archivi e Biblioteche Ecclesiastici”, promossa dall’Ufficio Nazionale Beni Culturali Ecclesiastici ed Edilizia di Culto, organizzando una settimana di mostre, eventi e visite guidate.

Dal 3 al 9 giugno (dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 17.00 alle ore 19.00), l’Archivio Storico Diocesano, il Museo Diocesano e la Biblioteca Vescovile Paolo VI proporranno “Bellezza Divina: incontro tra fede, arte e storia”, una rassegna storico-artistica sulla Bellezza che deriva dall’incontro tra il Dio incarnato e l’uomo trasfigurato, con un itinerario documentario-iconografico rinascimentale.

La rassegna in questione si arricchirà di una speciale visita guidata, “Incontro alla Bellezza Divina tra fede, arte e storia”, in programma mercoledì 5  Giugno 2019 alle ore 20,30 presso la Cattedrale San Paolo di Aversa, organizzata dall’associazione “In Octabo”, in collaborazione con la Consulta della Pastorale Universitaria di Aversa. L’evento vedrà la partecipazione del Vescovo di Aversa, S. E. Mons. Angelo Spinillo, e del Delegato Regionale della Conferenza Episcopale Campana per i Beni Culturali, Mons. Ernesto Rascato.

Partendo dalle parole di papa Francesco: “Le espressioni di autentica bellezza sono come un sentiero che aiuta ad incontrarsi con il Signore Gesù “ (Evangelii Gaudium, 167), nello spazio del deambulatorio normanno del Museo Diocesano si offrirà una lettura del cammino della Chiesa  Aversana con i suoi Vescovi nel Cinquecento, con documenti, testi e dipinti che rappresentano l’azione pastorale di una comunità di fede  che cerca di tradurre in pratica le indicazioni  pastorali del  Concilio di Trento. Saranno esposti tesori documentari dell’Archivio Storico, alcuni restaurati grazie al contributo dei Fondi CEI otto per mille: le Visite pastorali (dei Vescovi: Fabio Colonna, Baldovino de’ Baldovini, Pietro Orsini)  i Bullarii e i Corali liturgici (con miniature  XVI sec.),  il Pontificale Romanum; alcuni testi a stampa della Biblioteca Seminariale Paolo VI  come il  Sinodo Diocesano di Pietro Orsini, edito nel 1596; alcune sculture e dipinti rinascimentali su tavola dal Museo Diocesano, come  l’Incontro dei santi Pietro e Paolo  (G.B. Graziano), la Natività (P. Negroni e G. Cardillo), l’Adorazione dei Magi (P. Negroni).

Inoltre, dal 7 al 9 giugno 2019 (dalle ore 9:00 alle 12:00 e dalle 17:00 alle 19:00), l’Archivio Storico Diocesano e il Complesso Monastico di San Francesco delle Monache di  Aversa offriranno percorsi di visita guidata – a cura dell’associazione culturale “Amici di san Francesco”- per ammirare documenti storici e  tesori artistici dell’antico monastero delle Clarisse. Oltre alla magnifica chiesa barocca con i dipinti dello Spagnoletto, Francesco de Mura e Pietro da Cortona, sarà possibile visitare anche il Museo collocato nel Coro inferiore  con i documenti,  codici  e carte delle professioni religiose delle Clarisse.

Ricordiamo che l’iniziativa “Aperti al MAB Musei, Archivi e Biblioteche Ecclesiastici” è promossa dall’Ufficio Nazionale Beni Culturali Ecclesiastici ed Edilizia di Culto insieme all’Associazione Musei Ecclesiastici Italiani (AMEI), all’Associazione Archivistica Ecclesiastica (AAE) e all’Associazione dei Bibliotecari Ecclesiastici Italiani (ABEI), con il patrocinio del coordinamento MAB-Italia Musei Archivi Biblioteche e in collaborazione con l’International Archives Day e con le Giornate Nazionali dei Musei Ecclesiastici.