PREVENZIONE E SICUREZZA: RAGAZZINO UBRIACO PESTA A SANGUE UN COETANEO DI PASSAGGIO

0
19

SAN PRISCO – Solo l’intervento di una pattuglia di Carabinieri della stazione di Santa Maria Capua Vetere e di una Volante del Commissariato della città del foro hanno evitato il peggio, visto che un giovane energumeno di circa 16 anni, in preda all’alcool si è avventato su un coetaneo che passeggiava con una ragazzina in Via Forlì, picchiandolo a sangue. Un uomo anziano è intervenuto per togliere dalle grinfie del delinquente lo sfortunato ragazzino che si è prontamente allontanato con alla giovane. Subito la rabbia del giovane ubriaco si è riversata contro l’anziano cittadino di San Prisco che ha ricevuto un cazzotto alla gola. Le persone che abitavano nei dintorni sono accorse in strada e solo l’intervento efficace di un altro genitore ha evitato il peggio, bloccando a terra l’esagitato. Dopo l’episodio e le gravi minacce (“domani mattina faccio venire i miei genitori e vi faccio tagliare la gola“) sono in corso accertamenti.

Impossibile stare fuori casa la sera o fare una passeggiata, la città di San Prisco e la villetta di viale Trieste sono divenuti meta di tossici e drogati. Ma le telecamere installate funzionano? Possibile che nel 2019 debbano ancora accadere episodi simili? Il ragazzino aggredito, quando si è allontanato perdeva sangue dalla bocca…ma questi episodi possono anche prendere pieghe tragiche.

Tacco di Ghino