OSPEDALE, GENTE CHE VA, GENTE CHE POSTA SU FB, GENTE CHE RESTA…

3

(f.n.) – Se la temperatura non fosse così elevata e lo scroscio di risa con relativi sussulti e singhiozzi non favorisse una esagerata sudorazione e l’abbassamento di pressione…inizieremmo a ridere ora e continueremmo fino allo sfinimento ma. per il rispetto che portiamo a coloro che nell’Aorn di Caserta, hanno lavorato e lavorano onestamente e che oggi non possono che essere disgustati, per l’ennesimo colpo di mano della politica, non ci siamo neppure sognati di avviarci ad ascoltare il discorso di commiato del manager Ferrante…per non correre il rischio di essere irriverenti… Del resto… è sufficiente leggere le sue dichiarazioni nella pagina di Benevento, di un giornale online, per chiudere i conti con il senso residuo del pudore. Il bravo Ferrante, ha prodotto, oggi a beneficio del San Pio di Benevento l’identico pistolotto che produsse “a rischio” del Sant’Anna e San Sebastiano, due anni fa,,.compresa la frase peregrina “Riporterò questa azienda agli antichi splendori”….un leit motif per tutte le stagioni, anzi per tutti gli incarichi…Infatti “l’incaricato” è un mestiere niente male, peccato che sia uno di quei mestieri “riservati”a pochi unti del Signore. Se si trattasse della direzione di un nuovo centro commerciale, tutto rientrerebbe nella normalità delle “formules de politesse”, buone per tutte le stagioni…ma qui si tratta del cambio della guardia in un Ospedale, distrutto dai “cambi della guardia” effettuati e decisi rispettando tempi rigorosamente “politici” ed a vantaggio dei soliti politici ed alla faccia della solita categoria: i malati. Punto. All’Ospedale intanto c’è chi si diverte a postare le note di servizio o cose simili firmate da altri dirigenti responsabili e di grado superiore…Infatti sulla pagina fb, quindi su una pagina pubblica, una dirigente in servizio nella palazzina “grigio topo spento” in fondo al parco, ha postato la fotografia di una nota regolarmente firmata con sigla, da qualcuno che la incaricava della decriptazione, probabilmente di un’altra nota. Comprensibile e addirittura umana l’intenzione evidente di ridicolizzare l’incarico ricevuto…ma postare il tutto su fb… decisamente provoca il crollo sia dell’eleganza delle scarpette di Gucci che della grazia della brava e giovane dirigente…Una scioliata…di dubbio gusto…Evidentemente nessuno ha pensato ad informare la suddetta, che qualche tempo fa furono sospesi medici ed infermieri di un ospedale partenopeo, perché avevano pubblicato su fb, alcune foto scattate durante il servizio. Sorvoliamo su tutto il resto…sia sul commiato di Ferrante che sul sorrisino a denti stretti di santa Tetta del “resto qui per adesso alla faccia vostra”… E per oggi decisamente, ne abbiamo abbastanza. Hasta la vista!

3 Commenti

  1. I leccaculo in prima fila con lingua a terra per poi girarsi e commentare su chi conosce il nuovo arrivato

  2. Tetta sembrava pronta per la spiaggia capelli sciolti sulle spalle e camicione stile mappatella beach. Ma chi la veste a questa?

Comments are closed.