GAL ALTO CASERTANO: CAMMAROTA NUOVO VICE PRESIDENTE. LASCIANO MARRANDINO E PEZZULLO, SIMONELLI E MARTINO NUOVI CONSIGLIERI

0

GAL ALTOCASERTANO header 300x100 GAL ALTO CASERTANO: CAMMAROTA NUOVO VICE PRESIDENTE. LASCIANO MARRANDINO E PEZZULLO, SIMONELLI E MARTINO NUOVI CONSIGLIERIPIEDIMONTE MATESE – Nuovo assetto per il Consiglio Direttivo del Gruppo di Azione Locale “Alto Casertano”, presieduto da Ercole De Cesare. A seguito delle dimissioni di Generoso Marrandino della Coldiretti e della decadenza di Annamaria Pezzullo di Valle Agricola, in rappresentanza della Comunità Montana del Matese, l’organo esecutivo del Gal è stato ricostituito con la cooptazione di altri due componenti: il vice presidente dell’Ente Montano Mauro Martino, per la parte pubblica, ed il presidente dell’associazione storica del Medio Volturno, Pasquale Simonelli, in rappresentanza anche delle altre associazioni che sono socie Gal. La carica di vice presidente lasciata libera da Marrandino è stata conferita al consigliere Giuseppe Cammarota, rimanendo così in quota Coldiretti Caserta. Il Consiglio direttivo, tra i nuovi ingressi di Martino e Simonelli e le conferme del neo vice Cammarota, dell’altro consigliere Pasquale Cunti della CNA, e del presidente De Cesare in rappresentanza della parte privata, rimarrà in carica fino al 2021 quando l’assemblea dei soci del Gal dovrà procedere alla nomina del nuovo vertice e del nuovo organo esecutivo. “In primis, mi preme ringraziare, a nome mio personale e dei soci tutti, i consiglieri Marrandino e Pezzullo per il fattivo contributo offerto in questi anni, in maniera del tutto gratuita. Quindi, rivolgo i più sinceri auguri di buon lavoro al neo vice presidente Cammarota e ai neo consiglieri Martino e Simonelli che, sono sicuro, sapranno lavorare fianco fianco con il resto del Consiglio Direttivo e proseguire sulla strada, già tracciata in questi anni, di animazione e valorizzazione del territorio. La nostra unica stella polare è sempre stata la promozione dell’Alto Casertano e delle sue ricchezze e specificità, e tale rimarrà anche in questo ultimo scorcio di mandato dove i nuovi innesti ci daranno una ulteriore spinta per fare e programmare ancora meglio la crescita dei nostri 48 comuni di riferimento”, dichiara il presidente De Cesare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui