CARMELA DEL BASSO (LEGA): “AEROPORTO DI CAPUA UN INDOTTO CONSIDEREVOLE DAL PUNTO DI VISTA PRODUTTIVO”

0

%name CARMELA DEL BASSO (LEGA): “AEROPORTO DI CAPUA UN INDOTTO CONSIDEREVOLE DAL PUNTO DI VISTA PRODUTTIVO”Lo sviluppo industriale, commerciale e turistico della nostra Regione non può prescindere da un’adeguata pianificazione di un progetto di ammodernamento della rete stradale, autostradale e ferroviaria. È questa l’idea di Carmela Del Basso, candidata al consiglio regionale della Campania nella lista “Lega – Salvini Campania”, compagine questa che fa parte della coalizione di centrodestra e sostiene la candidatura a governatore della Campania di Stefano Caldoro.  Idee chiare e un programma molto preciso, dettagliato e puntuale per lo sviluppo della provincia di Caserta quello messo su dall’imprenditrice capuana. Particolare attenzione va senz’altro riservata anche al trasporto aeroportuale e marittimo, che devono tornare a costituire un vanto del nostro territorio e uno strumento di rilancio della Campania. Le infrastrutture legate al sorvolo aero, compreso quello commerciale, devono essere potenziate attraverso l’ampliamento delle piste e l’efficientamento dei servizi, in sinergia con gli enti e le autorità competenti, con le quali la Regione deve collaborare per migliorare un comparto importante per lo sviluppo dell’economia regionale. L’area aeroportuale di Capua va sicuramente inquadrata in questo contesto, in prospettiva di una maggiore sua qualificazione in ambito civile e scientifico, considerata la sua particolare vicinanza alle industrie operanti nel settore dell’aerospazio. Al di là dell’ampliamento dei servizi, attraverso interventi di edilizia industriale che consentano l’incremento delle strutture, l’aeroporto capuano potrebbe ospitare ed accogliere un maggiore flusso di velivoli, che potrebbero fare scalo in città e creare un indotto considerevole dal punto di vista produttivo, commerciale ed imprenditoriale, sempre con le necessarie e previe autorizzazioni amministrative. Proprio la città di Capua e, dunque, la provincia di Caserta potrebbero candidarsi a costituire un punto di riferimento a livello internazionale sia per il trasporto civile e commerciale sia per la ricerca aeronautica, grazie all’eventuale coinvolgimento delle aziende che – in questi ultimi anni – hanno già dato un eccelso contributo all’evoluzione della scienza e delle tecnologie applicate, come il Centro di Ricerche Aerospaziali, la Tecnam e altre realtà produttive del territorio capuano. L’impegno su questo fronte, di per sé molto impegnativo, non deve scoraggiare i futuri amministratori della regione Campania che, nel loro impegno istituzionale nei confronti degli elettori e della collettività, dovranno essere lungimiranti e soprattutto concreti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui