OSPEDALE, EPIFANIA 2021, LA MONNEZZA È L’UNICA COSTANTE…IL RESTO È VARIABILE…

2

(f.n.) – Aorn ed i misteri della monnezza…Secondo voi, tutto il sudiciume che si registra in giro, nonostante le medaglie a memoria dell’efficienza, che i signori della direzione generale si appiccicano in petto, avrà una spiegazione?, vuoi vedere che con la faccia tosta che si ritrova qualcuno, si darà la colpa alla Befana? Un giorno fortunato per noi quello dell’Epifania, un giorno decisamente free…per quei ficcanaso brutti, sporchi e cattivi che vengono “secutati” dalle telecamere e quindi il più delle volte tristemente “impediti” nel loro lavoro di scomoda ricerca delle prove…anche se, meno fortunato per i malaccorti responsabili dell’Aorn, che questa mattina hanno lasciato incustodito il front office…Infilarsi nella scia di altri, che liberamente sono entrati, è stato un gioco da ragazzi… E gira di qua e gira di là, esci, entra, salta la lattina, scavalca la mascherina, schiva l’occhietto malefico della telecamera et voilà tracchete…non ci si deve poi sforzare molto, per cercare “la schifezza” che si annida negli angoli e non solo…per notare le impronte unte (secolari) sulle maniglie e sulle porte d’acciaio degli ascensori…Tutta quella vergognosa “zuzzimma” (e dove lo trovi un termine più calzante?, “zuzzimma”, la sacra sintesi del tutto!) che si registrava  prima dell’emergenza Covid , nel corso della pandemia è addirittura aumentata e adesso che ci troviamo a cavalcare la seconda ondata,  ammirate il quadretto entusiasmante che ci offre l’Ospedale di Caserta…E lasciataci alle spalle la drammatica, rivoltante visione degli ascensori, dai quali si continuerà ad entrare e ad uscire, come se niente fosse, perché in questo ospedale al di là delle misure igieniche elementari, vi sono ben altri interessi da tutelare e via col tango…ci dirigiamo verso quel reparto di Nefrologia che potremmo definire il fiore all’occhiello dell’Epifania ( la rima è %name OSPEDALE, EPIFANIA 2021, LA MONNEZZA È LUNICA COSTANTE...IL RESTO È VARIABILE...casuale)..Prima di tutto appare doveroso mostrare il “real ragnetto”, che passeggia all’interno della busta contenente il panino casereccio per i pazienti, dopo di che possiamo bearci nel prendere visione del filmato della toilette in cui si muovono minuscoli animaletti, la cui presenza all’interno del reparto di un Ospedale è giustificata esclusivamente dal degrado, in cui la struttura versa. 

Reparto di Nefrologia Ospedale di Caserta

Noi ci auguriamo che la Ds sia stata opportunamente informata, soprattutto della presenza del “ragno sul panino” e sarebbe interessante conoscere il tipo di provvedimento assunto, se l’ha assunto…  Ma, come abbiamo detto, la direzione ed i suoi filamenti, sono impegnati in altre attività che, con le necessità igieniche primarie, l’efficienza del servizio sanitario, il rischio infezioni, la sicurezza, l’assistenza, l’immagine e tutto quell’insieme di attività che offrono un senso compiuto ad un’azienda ospedaliera,  non hanno nulla da dividere… Oggi l’obiettivo è ricongiungere i due lembi del cerchio magico, che corrono il rischio di sfilacciarsi…i segni prodromici dello squallido tentativo di ricompattamento, ci sono  tutti…Peccato per i protagonisti che non possano, oggi, contare sul silenzio tombale di ieri, ottenuto attraverso una sorta di terrorismo psicologico, posto in essere a distanza, come se qualcuno fosse così ingenuo da non conoscere il nome del mandante! Perché mai si dovrebbe pensare al rischio infezioni, quando o’rey chiama e tutti i soldatini devono essere al loro posto…posti chiave ovviamente, altrimenti perché avrebbero preparato loro il concorso su misura? , quindi si sta lavorando, perché nei sogni di qualcuno, tutto ritorni “gattopardescamente” al suo posto…Persino lady Cio, al secolo caposala Cusano, che è stata richiamata nel suo sito originario per gestire il “podere” abbandonato, rivoltandone con abilità le zolle originariamente ubertose ma al momento, un pò rinsecchite…e  nonostante sia di grado inferiore ai due coordinatori Sgueglia e Alizieri, chi rivolta le zolle per la nuova semina è lei, che a nostro modesto parere, dovrebbe impegnare la sua qualifica di lady Cio, in maniera propria, a fronte dello “schifo” che abbiamo succitato, corredandolo di opportuno servizio fotografico, o no?, o la cosa non la riguarda?, … quando si tratta di Cusano si stravolge impunemente la norma?,  e tutti zitti? Oncologia è priva di caposala ma…a quanto pare “ecchissenefrega?”, perché la gentile signora è stata chiamata a dirigere de facto l’Opsos e a fare da “balia” al direttore della stessa Uoc e a tenere sotto lo schiaffo il resto del piccolo mondo circostante…ma le eccezioni non finiscono qui, perché  non è dato sapere, per quale motivo ed in virtù di quale regolamento o disposizione o selezione, una caposala debba essere impegnata a somministrare il vaccino anti Covid, percependo peraltro, un emolumento per il servizio, quando, come abbiamo detto, un reparto è privo di caposala. Il dg Gubitosa e la sua breve corte al femminile, dovrebbero darsi una mossa perché, quanto su esposto non fa brillare per efficienza nessuno dei suoi collaboratori, né tantomeno può illudersi di brillare egli stesso, nonostante le sue urla dichiarative del suo titolo, che si avvertono, nei giorni di vento di tramontana, fino in Piazza Vanvitelli…  Caro Gubitosa, non sappiamo che parte lei abbia oggi, nel tentativo di ricongiungimento del cerchio magico, considerata  la cascata negativa, che ciò potrebbe comportare, ma sappiamo quale sia la nostra parte, nell’esercizio delle nostre funzioni, che considerano un dovere morale, attenzionare le piccole cliniche private a gestione personale, la cui esistenza, sopravvivenza,  alla faccia di tutto e soprattutto nonostante l’emergenza Covid , lei tacendo contribuisce a legittimare…Non sbarri gli occhioni…be quiet…ha capito perfettamente…Hasta l’Epifania!  

2 Commenti

  1. Cambio ditta per fine appalto. La dec non gira più a controllare e ognuno fa i cavoli suoi. Ascensori, bagni pubblici, lerci.per non parlare delle scale. I marmi sono diventati neri dallo sporco. Ma il peggio è lo sporco vicino ai distributori automatici 🤮🤮🤮

  2. Consiglio di disciplina per il coordinatore e il primario. Chi firma la relazione per il buon servizio svolto? E chi firma le fatture per il buon servizio svolto? Se si incominciano a prendere provvedimenti seri su chi deve controllare vi faccio vedere come funzionano le cose

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui