CDR DI SANTA MARIA C.V: VERSO UN NUOVO SVINCOLO STRADALE

0

Con decreto monocratico presidenziale n. 116 la Provincia di Caserta ha approvato lo studio di fattibilità tecnica ed economica e dichiarazione di pubblica utilità, redatto dai tecnici del Settore Viabilità dell’Ente, propedeutico ed inerente ai lavori in programma nell’ambito della “Programmazione FSC 2000/2006. APQ “Infrastrutture per la viabilità in Campania” – Intervento “Collegamento viario CDR di Santa Maria Capua Vetere 2° stralcio”, per un importo complessivo presente in bilancio regionale per il completamento dei lavori, pari ad euro 3.968.608,00.

I lavori in programma riguarderanno lo svincolo a rotatoria sulla S.P. n. 341, ex SS 7 bis “Terra di Lavoro” all’incrocio con la S.P. n. 13, svincolo molto rilevante sul piano della circolazione e della sicurezza stradale per gli automobilisti.

“Stiamo predisponendo tutti gli atti necessari – ha dichiarato il presidente della Provincia di Caserta, Giorgio Magliocca – per attuare il completamento del collegamento viario con l’impianto del CDR di Santa Maria Capua Vetere, importante per la sicurezza della circolazione stradale del territorio. Ringrazio i tecnici del settore della Viabilità dell’Ente – ha concluso –  che, nonostante le difficoltà operative, dovute alla carenza di personale, dimostrano nel loro lavoro quotidiano un grande spirito di abnegazione”.

Il Fondo Sviluppo Coesione (FSC) è, come noto, insieme ai fondi strutturali europei, il principale strumento d’intervento per l’attuazione delle politiche per lo sviluppo della coesione economica, sociale e territoriale ed è rivolto alla rimozione degli squilibri economici e sociali in Italia. Tale fondo, inoltre, è finalizzato al finanziamento di progetti strategici, sia a livello infrastrutturale sia di carattere immateriale, di rilievo nazionale, interregionale e regionale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui