PIEDIMONTE MATESE, GIUDICE DI PACE: IL CONSORZIO DI BONIFICA DEL SANNIO ALIFANO METTE A DISPOSIZIONE PROPRIO PERSONALE PER GARANTIRE IL FUNZIONAMENTO DELL’UFFICIO GIUDIZIARIO MATESINO

0

 PIEDIMONTE MATESE (CE) – Arriva dal Consorzio di Bonifica de Sannio Alifano l’ancora di salvataggio per il Giudice di Pace di Piedimonte Matese.

DELLA ROCCA ZANNINI SIMONELLI PIEDIMONTE MATESE, GIUDICE DI PACE: IL CONSORZIO DI BONIFICA DEL SANNIO ALIFANO METTE A DISPOSIZIONE PROPRIO PERSONALE PER GARANTIRE IL FUNZIONAMENTO DELL’UFFICIO GIUDIZIARIO MATESINO
DELLA ROCCA-ZANNINI-SIMONELLI

Su sollecitazione del consigliere regionale  di De Luca Presidente, Giovanni Zannini, da mesi impegnato in prima linea nel garantire il mantenimento dell’importante ufficio giudiziario nel capoluogo matesino, il Presidente dell’Ente Consortile, Franco Della Rocca, ed il suo vice, Alfonso Simonelli, hanno impartito apposito indirizzo alla Direzione Amministrativa a predisporre tutti gli atti necessari al fine di attuare il distacco di un dipendente presso l’Ufficio del Giudice di Pace di Piedimonte Matese.

Nei prossimi giorni, dunque, il Consorzio di Bonifica metterà a disposizione del presidio giudiziario di via Don Bosco una unità lavorativa che dovrebbe così scongiurarne la chiusura al 31 luglio, così come paventato a più riprese, negli ultimi giorni, anche dal Comitato per il mantenimento dell’Ufficio matesino del Giudice di Pace che, proprio l’altro ieri, aveva scritto ai vertici consortili per chiedere un aiuto a risolvere l’annosa problematica.

“Abbiamo ricevuto numerose sollecitazioni da parte dei rappresentanti del territorio dell’Alto Casertano e, in particolare, dell’Onorevole Giovanni Zannini, Presidente della VII Commissione Permanente della Regione Campania, nonché di numerosi operatori del settore giuridico volti a mantenere l’Ufficio del Giudice di Pace di Piedimonte Matese.

Riteniamo che il territorio dell’Alto Casertano non può vedersi sottrarre anche l’ultimo presidio di giustizia e legalità presente nel territorio, ecco perché abbiano deciso, come Ente, di mettere a disposizione dell’Ufficio del Giudice di Pace di Piedimonte Matese un nostro dipendente attraverso l’istituto del distacco di personale”, spiegano Della Rocca e Simonelli.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui