OSPEDALE, IL NURSIND CHIEDE EFFICIENZA ED ORGANIZZAZIONE

1

Il segretario territoriale del Nursind, Antonio Eliseo ha inviato una nota al Direttore della Uoc Opsos dottor Mensorio, al Direttore Dipartimentale dottor Cuomo e al Direttore UOC Malattie infettive Prof. dottor Maggi, avente per oggetto: Discrasie organizzative UOC Malattie Infettive COVID in cui si legge: “Questa Organizzazione sottolinea le difficoltà che il personale infermieristico sta riscontrando quotidianamente in questa UOC. I carichi di lavoro diventati insostenibili per il continuo aumento dei degenti affetti da Covid, l’aumento dello stress tra lavoratori sta mettendo a rischio la tenuta dei processi assistenziali. Si osserva infatti un aumento delle giornate di malattie tra il personale che è costretto a garantire i LEA attraverso il ricorso al lavoro straordinario. 14 pazienti per 2 unità infermieristiche sicuramente rende complessa l’applicazione dei processi assistenziali tenuto conto che l’onore della presa in carico del paziente è esclusivamente di competenza infermieristica e non certo medica. Partendo da questo principio ci si rende conto, che è oggi più che mai necessaria una rimodulazione organizzativa del personale visto che quello che succede in questa UOC non è che la punta di un iceberg che verosimilmente sta succedendo in AORN.  

Il NurSind invita le SS.LL in epigrafe anche sulla scorta della nota a firma dell’Unita di Crisi Regionale inviata a tutte le Direzioni nota che sospende tutte le prestazioni di elezione e attività ambulatoriali per dedicare le prestazioni solo e specificatamente all’emergenza Covid. Tale nota permetterebbe una rimodulazione e allocazione delle risorse umane.  Certo comprendiamo che la distribuzione del personale deve basarsi su ciò che dichiara il Decreto Regionale 67, ma va anche sottolineato che questo Decreto è stato promulgato in assenza di pandemia e non c’era una situazione di emergenza come quella odierna. Il NurSind auspica che l’incontro di domani tra direzione generale e responsabili di dipartimento sia risolutiva per dare risposte utili ai lavoratori impegnati ad affrontare questa quarta ondata pandemica. 

Intanto ribadiamo la richiesta di incontro con tutta la Direzione Strategica perché molte sono le cose da discutere e risposte da ricevere”.

1 commento

  1. la rotazione di tutte le unità infermieristiche ed oss, compresi i coordinatori. Tutti devono ruotare dai reparti, dipartimento e anche nelle degenze covid. C’è personale che non ha fatto un solo turno nei covid ad iniziare dai vari sindacalisti che poverini hanno le limitazioni funzionali per andare al covid e non per fare turni notturni e straordinario.
    Il personale del dipartimento di medicina ha già dato al covid eccezion fata per la neuroloia, sono gli unici che non hanno mai fatto covid

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui