OSPEDALI DI SESSA E PIEDIMONTE, CALO VERTIGINOSO DEI RICOVERI IN GINECOLOGIA

0

Ospedale Piedimonte San Rocco OSPEDALI DI SESSA E PIEDIMONTE, CALO VERTIGINOSO DEI RICOVERI IN GINECOLOGIA(f.n.) – La speranza di riuscire a conoscere, un giorno o l’altro, la destinazione finale di quel famoso ordinativo di letti per la UOC di Ginecologia del PO San Rocco di Sessa Aurunca, ordinati e regolarmente consegnati nei tempi previsti, al Presidio di cui sopra, è andata affievolendosi via via, non tanto per inerzia, quanto per chiara consapevolezza acquisita, che nella verde prateria dell’Asl… chest’è! Pertanto, insistere sull’argomento sarebbe stato ridicolo, oltre che praticamente inutile. Ma… il caso e le circostanze che, giocoforza, riportano l’attenzione su alcune Unità Operative di Ginecologia dell’Asl, per l’esattezza quella del PO San Rocco e quella del Presidio Ospedaliero di Piedimonte Matese e sui posti letto che attualmente sono disponibili nei due Presidi: 12 in tutto…ovviamente, per associazione di idee, ci riconducono a pensare ai “letti” scomparsi che, peraltro sono stati ricomprati! E torniamo a pensarci con una certa insistenza ed anche con una certa curiosità, dal momento che in entrambe le Unità operative, i posti letto sono stati ridotti…Al PO San Rocco in origine i posti letto, una volta erano14, più 4 per il Day Hospital, ma dopo i lavori di ristrutturazione ne son stari eliminati diversi, che non sono stati più ripristinati, quindi sono soltanto 6 e secondo le esigenze… sembrerebbero ahinoi, persino in eccedenza… A Piedimonte è successa più o meno la stessa cosa. Abbiamo quindi 6 posti letto al Presidio aurunco e 6 posti letto al Presidio di Piedimonte…Ora…ce la va sans dire che, per mantenere operative due Unità Materno-Infantili, sono necessari ginecologi, pediatri, ostetriche, infermiere pediatriche e via col tango, il che comporta una spesa notevole che, a conti fatti risulta quasi dieci volte superiore al ricavo proveniente attualmente, dai drg. Le cifre parlano chiaro e si fa assai presto a metterle insieme …Dall’inizio dell’anno ad oggi, i parti al Presidio aurunco risultano essere stati 49 e al Presidio matesino 53…Registrare un crollo dei ricoveri simile e non muovere un solo dito, che non sia la solita legittimazione dello spreco in progress, anziché darsi una mossa ed uno scossone, in termini di responsabilità, per incentivare l’esistente e promuovere una campagna seria per attirare l’utenza, è ovviamente tipico delle gestioni in essere della sanità pubblica de noautri. Registrare una nascita ogni tre giorni in due complessi di una certa importanza, come l’aurunco e il matesino e convogliare le idee, unicamente nella strategia di mantenimento dello status quo, in termini di guadagno, aggiustando magari  le cifre laddove risulti possibile e non intraprendere il razionale disegno di accorpare e rilanciare le due unità, con minor dispendo economico…anche questo è tipico della gestione illuminata corrente…Intanto si fanno concorsi come ad esempio l’ultimo per sei posti di dirigente medico in Ginecologia, da distribuire tra Sessa e Piedimonte…A Piedimonte non c’è andato nessuno e ben tre dei sei, sono andati a Sessa, nonostante tutto ciò che abbiamo appena riportato. Intanto, si parla di assunzioni a tempo indeterminato senza concorso e senza che siano trascorsi i 36 mesi, previsti dalla legge in materia di continui rinnovi di contratto…il tutto a disposizione dei soliti favoriti della premiata ditta “Politica & Sanità”. Di cosa parliamo?. Ah già…prima di chiudere sospirando, parliamo invece e per contro, di quei poveri disgraziati che nonostante abbiano vinto concorsi per assunzioni a tempo indeterminato, sono stati lasciati per anni nel “tribolatoio” a rosolare prima della stabilizzazione dovuta, soltanto perché non avevano santi in Paradiso…e ripetiamo: ma di cosa parliamo e soprattutto vi chiediamo: di cosa volete parlare, eh?, forse un argomento interessante su cui disquisire, potrebbe essere quello che prende corpo e sostanza sulle coincidenze, sulle magnifiche combinazioni che, ovviamente, nascono alla luce della casualità e fatalmente all’ombra delle intenzioni sconosciute…Mentre si riducevano i posti nell’area aurunca e in quella matesina aumentavano quelli della Ginecologia ed Ostetricia di Pineta Grande. Quando si dice la combinazione…quando si dice …il caso…quando si dice …la realtà supera la fantasia…Insomma…quando si dicono tutte quelle cose che si devono dire in momenti come questo…Hasta la suerte companeros!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui