CASERTA, ORDINANZA SGAMBAMENTO CANI. SANTONASTASO (FDI): “NON CI SONO ZONE DI SGAMBAMENTO, SITUAZIONE INTOLLERABILE”

1

%name CASERTA, ORDINANZA SGAMBAMENTO CANI. SANTONASTASO (FDI): NON CI SONO ZONE DI SGAMBAMENTO, SITUAZIONE INTOLLERABILECASERTA – Con l’ordinanza n.243 del 03/06/2024 il Comune di Caserta ha emanato un provvedimento riguardante la gestione dei cani in aree pubbliche in cui si ordina, tra i vari punti, di :“Non lasciare vagare i cani in aree pubbliche, nei parchi e nei giardini pubblici senza che siano muniti di guinzaglio e se di grossa taglia di museruola; Controllare ed evitare che detti animali depositino deiezioni solide e liquide sui prati di parchi o giardini pubblici….”, prevedendo per i contravventori una sanzione amministrativa da €25,00 a €500,00. Tutto normale e condivisibile se non fosse per il fatto che Caserta non è dotata di aree di sgambamento per cani e quelle poche previste versano in stato di degrado e totale abbandono. Lo denuncia il consigliere comunale avv. Paolo Santonastaso, Capogruppo di Fratelli d’Italia al comune di Caserta, raccogliendo il grido di allarme disperato di tanti cittadini padroni di cani, stanchi ed esasperati per l’inesistenza di aree riservate ai loro amici a quattro zampe e le deplorevoli condizioni in cui versano le rare zone a loro riservate come quella sita nell’area “Percorso vita” in via V. Gemito. In questo luogo, a titolo meramente esemplificativo, si osserva come le reti di recinzione sono bucate e logorate, rattoppate nel miglior modo possibile dagli stessi proprietari, caratterizzata da giostrine distrutte, mancanza totale di manutenzione del verde pubblico, incuria e rifiuti. “E’ scandalosa la mancanza di sensibilità dell’amministrazione comunale su tematiche così care ai cittadini casertani. Bene l’ordinanza emessa in materia di condotta dei proprietari dei cani sul territorio comunale, ma in una città amante degli animali come la nostra in cui sono tantissimi i proprietari di amici a quattro zampe, in mancanza di aree di sgambamento i nostri concittadini dove possono portare i loro animali d’affezione per una passeggiata in sicurezza e serenità? Allo stato dei luoghi la situazione è intollerabile. Ci impegneremo per affrontare la problematica nelle sedi opportune presentando un’interrogazione in consiglio comunale” conclude il consigliere.

1 commento

  1. Anche se ci sono le ordinanze, mancano le persone preposte a farle applicare. Basta fare un giro, soprattutto nelle frazioni. Deiezioni in qualsiasi posto, proprietari menefreghisti, contenitori x la raccolta, inesistenti. Aspettiamo l’installazione delle video camere, un controllo più capillare sul territorio ed erogare, in flagranza, una multa salata. Forse, dopo, qualcuno si comporterà più civilmente.
    È superfluo evidenziare che, chi è stato eletto nel civico consesso, ogni tanto può essere presente per chiedere ai residenti se ci sono, in generale, situazioni problematiche che dovranno successivamente essere affrontate.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui