CAPUA: DIVIETO DI SOSTA E FERMATA IN PROSSIMITÀ DEI SEGGI ELETTORALI, BROGNA CONTRO L’AMMINISTRAZIONE

0

“IL CALDO APPENA INIZIATO STA GIÀ DANDO I SUOI FRUTTI. UN PROVVEDIMENTO SENZA SENSO IN LINEA CON ALTRE DECISIONI RIDICOLE PRESE DA QUESTA AMMINISTRAZIONE”

CAPUA – L’8 ed il 9 giugno prossimo i cittadini saranno chiamati alle urne per eleggere i rappresentanti del nuovo parlamento europeo. Proprio per l’occasione delle elezioni europee è stata emanata l’ordinanza n. 47 con cui si stabilisce che al fine di garantire un regolare accesso ai seggi durante le consultazioni elettorali per il rinnovo del Parlamento Europeo dell’8 e 9 Giugno,  è stato istituito divieto di sosta e fermata in via Luigi Baia, piazza San Tommaso, via Brezza e via Giulio Cesare Falco dalle ore 14 alle ore 23 di sabato 8 giugno e dalle ore 6:00 fino al termine delle consultazioni elettorali di domenica 9 giugno. Sono esclusi i veicoli adibiti ai servizi elettorali e quelli di persone in evidente stato di necessità. Un provvedimento che ha sollevato le proteste del consigliere comunale Fernando Brogna, che si dice “inorridito per tanta approssimazione”. A sollevare il totale disappunto di Brogna il divieto di fermata che complica notevolmente il diritto al voto di quei cittadini che possono avere problemi di deambulazione e che magari non sono ancora muniti del cartellino per invalidi. Ma anche gli anziani che non hanno problemi a camminare, che magari avrebbero approfittato un passaggio a volo di un parente per evitare la morsa del caldo che è iniziato. “ Mi sembra che il caldo forte appena iniziato stia dando già i primi effetti negativi, obnubilando la vista. Un provvedimento, quello dell’ordinanza n. 47, ridicolo e privo di senso, totalmente ai danni dei tanti cittadini che possono avere difficoltà di deambulazione e magari non sono muniti, a varia ragione, del cartellino per invalidi. Devo iniziare a pensare che sia proprio l’argomento dei parcheggi a rappresentare un problema per questa amministrazione comunale, che un anno fa aveva finanche dichiarato che stava lavorando ad abbonamenti calmierati per il parcheggio, dedicati ai residenti, ma non ha fatto nulla. Un anziano che pur potendo deambulare vorrebbe approfittare di un passaggio in auto di un parente o di un amico, magari per evitare il caldo, non dovrebbe andare a votare, perché il conducente non può fermarsi e far scendere a volo il passeggero? Chi beneficia di un passaggio di fortuna, dovrà anche complicare la vita al conducente perché quest’ultimo non può parcheggiare nelle strette vicinanze del seggio elettorale? In occasione delle elezioni, per recarsi ai seggi, bisognerà andare necessariamente a piedi o con la bicicletta? Quelli che provengono dal Frascale devono arrivare a piedi o andare a parcheggiare direttamente nelle aree sosta a via Mezz’Appia? I residenti di S. Angelo, posti al lato estremo di via Galatina ma anche di via IV Novembre dove diamine dovrebbero fermarsi, direttamente al quadrivio? L’ennesima decisione priva di senso di questa amministrazione comunale sgangherata”.  Così Brogna.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui