SOGGIORNO CLIMATICO PER ANZIANI, ANTONIO PATALANO: “PENALIZZATE LE FASCE PIU’ DEBOLI”

0
6
                     ANTONIO PATALANO –                                       “Mondragone (R)Esiste”

MONDRAGONE – A Mondragone è polemica sulla questione dei soggiorni che tradizionalmente le amministrazioni comunali offrono ai propri concittadini impossibilitati a pagare una vacanza. Antonio Patalano, leader della forza politica d’opposizione “Mondragone (R)Esiste” si scaglia contro l’Amministrazione in cerca di chiarimenti. “Con la determina n. 1273 del 21/07/2017 in merito al soggiorno climatico destinato ai cittadini mondragonesi over 65 anni, ci rendiamo conto che rispetto agli anni passati coloro che appartengono alle fasce di reddito più deboli non vengono minimamente salvaguardati. Infatti, – spiega il leader d’opposizione – mentre negli scorsi anni erano individuati in massimo 100 i partecipanti al soggiorno, quest’anno essi diventano 80 con una diminuzione di 10 unità per gli anziani che appartengono alle due fasce di reddito più basse, mentre resta invariata la quota destinata agli over 65 che appartengono alla terza e ultima fascia corrispondente a un ISEE superiore a €20.000. Inoltre, è da registrare anche l’aumento della quota di compartecipazione a carico della persona da 100€ a 150€ per gli anziani che si trovano all’interno della fascia di reddito più bassa (ISEE fino a 10000€), equiparandola alla seconda categoria (anziani con un ISEE tra 10.000€ e 20.000€). Anche qui, per le persone con un reddito ISEE maggiore a 20000 restano invariati i parametri degli scorsi anni.

E’ da ricordare che il soggiorno climatico è un’iniziativa che viene riproposta annualmente dalle amministrazioni comunali per offrire alle persone anziane delle forme di tutela della salute e momenti di aggregazione e socializzazione, soprattutto per coloro che non hanno la possibilità di permettersi una vacanza o “cure termali”.

Con questo atto – continua Antonio Patalano – possiamo affermare che ci troviamo di fronte a un attacco ai diritti e alle fasce più deboli.

Chiediamo che l’amministrazione faccia chiarezza su questa faccenda e lavori insieme gli uffici comunali per salvaguardare tutti i cittadini. Inoltre, auspichiamo che l’azione politica futura del nuovo Sindaco sia indirizzata verso la difesa dei diritti dei cittadini che si trovano in condizioni di disagio.

Mondragone (R)Esiste resterà sempre vigile in difesa dei diritti delle fasce più deboli”