STADIO DEL NUOTO: ASSOCIAZIONI E DIPENDENTI SOLE A COMBATTERE CONTRO LA CHIUSURA

0
CASERTA – Il dramma dello Stadio del Nuoto è tutt’altro che risolto. Sono ancora sulla corda le 24 associazioni sportive che usufruiscono a tempo pieno della grande piscina e che oggi rischia di chiudere…provvisoriamente, in teoria, ma sono in molti a temere che con la chiusura si aprano le porte alla privatizzazione.
“Anche ad Agosto noi non MOLLIAMO. – scrivono le associazioni in una nota – Rimane alta l’attenzione verso lo Stadio del Nuoto di Caserta, ad oggi non vi è stato alcun atto CONCRETO per evitare la chiusura della Piscina Provinciale.
In bilico il futuro delle 40 famiglie che trovano occupazione nell’impianto e delle 24 associazioni.
La paura ASSOLUTAMENTE FONDATA è che con la scusa del periodo festivo si faccia slittare tutto a Settembre aspettando che vada tutto nel dimenticatoio.
Un progetto studiato a tavolino che si sta attuando nonostante l’INTERA CITTÀ DI CASERTA abbia detto NO alla CHIUSURA DELLO STADIO DEL NUOTO.
In questi giorni di agosto le associazioni casertane NON andranno in ferie per vigilare sulla piscina provinciale.
Ricordiamo ancora il nostro motto FIN QUANDO NON FIRMIAMO NOI NON MOLLIAMO!!!”
Il sindaco Marino, pur non essendo parte in causa, garantì ai nostri microfoni di farsi carico della questione, invitando tutti a “guardare al futuro con serenità” ma è sempre più concreto il timore che venga abbandonata e distrutta la piscina degli anni d’oro dello sport casertano,  o  che comunque venga sottratto all’uso di tutti i cittadini.