ARCHIVIO DI STATO, GITA TURISTICA ALLA CASERMA POLLIO E STRENNA NATALIZIA PER IL SINDACO …UN EVENTO PER POCHI INTIMI

2
14

di Francesca Nardi                                                      

Fotografia e Video: Gianfranco Carozza

VIDEO 1
VIDEO 2

 Forse capiterà ancora… e capiterà che noi ci vergogneremo della nostra impotenza, ma ciò che è accaduto questa mattina non accadrà mai più, perché c’è un limite a tutte le cose, anche alle peggiori e le peggiori sono quelle che ti mettono in discussione dinanzi a te stesso…le peggiori sono quelle che ti portano a toccarti il naso per controllare se… per  caso vi sia un anello appeso…o qualcosa di simile… sono quelle che ti portano a chiederti se per caso tu abbia sognato, oppure inizi ad avere le allucinazioni…Il peggio è sempre in agguato…ed oggi il peggio può essere un gruppo di personaggi sconosciuti ma titolati a parlare, che ti guardano dritto in faccia e ti raccontano una favola che a loro piace tanto e che provoca la tua impotente indignazione…Archivio di Stato, anno zero. Questa mattina in un’atmosfera surreale abbiamo partecipato ad una “visita guidata” alla ex Caserma Pollio…quell’emiciclo vanvitelliano che secondo un passo delle Antiche Scritture, dovrebbe essere destinato ad accogliere il patrimonio cartaceo che costituisce l’Archivio di Stato…

 

 

 

 

VIDEO 3
VIDEO 4

Un signore con il caschetto giallo in testa si presenta all’ingresso di quelle che furono le scuderie di Carlo III: “Buongiorno, sono Gennaro Leva, direttore dei lavori…”…ed il mare gorgogliò e le acque si aprirono…lavori?, quali lavori?, ma non eravamo in attesa dei lavori di adeguamento dei locali ex A.M. all’interno di Palazzo Reale? E cosa ci facciamo all’ingresso dell’Emiciclo??? Infatti …solo qualche ora prima era arrivato via email un misterioso comunicato che, facendo giustizia sommaria delle nostre aspettative circa l’inizio dei lavori all’interno della sede “provvisoria” dell’Archivio di Stato a Palazzo Reale, ci invitava al sopralluogo di un cantiere alla Caserma Pollio. E stavamo ancora interrogandoci, quando il signor Leva pensava bene di deliziarci con una storica ripassata del genio vanvitelliano e

L’EMICICLO OGGI

della sua

L’EMICICLO NEL 2014

attenzione per i problemi legati all’igiene…infatti il signor Leva, bontà sua,  ci rendeva edotti su di un fatto di fondamentale importanza e che riguardava i locali dell’ex caserma Pollio, che ci apprestavamo a visitare…a quei tempi ben 350 cavalli erano alloggiati in quegli spazi e quindi le opere, sempre in considerazione delle necessità igieniche, non potevano prevedere strutture lignee, ma dovevano essere esclusivamente murarie…e così è stato! Potenza dell’intuito!

 

 

L’EMICICLO OGGI

Noi dal canto nostro avevamo già una discreta considerazione del Vanvitelli che, dopo le parole del Leva, doveva diventare addirittura “mostruosa”…Il signor Leva

 L’EMICICLO NEL 2014

munito di microfono si avviava facendoci gentilmente cenno di seguirlo…e notiamo le impalcature sopra le nostre teste ed un pavimento appena spazzato e mondato di quelle fetenzie chefacevano bella mostra di se in occasione del sopralluogo di un anno fa e di cui, a memoria,  riproponiamo le immagini…e strabuzziamo occhi ed orecchie, allorquando un altro esperto prende la parola e qui viene il bello, perché si parla di cifre e tempi e di scadenze… e finalmente, sia lode a Dio, si nomina per la prima volta l’Archivio di Stato…Per farla breve, il gentile signore ci comunica che i lavori del piano seminterrato e piano rialzato, destinati ad ospitare l’Archivio, saranno ultimati nel 2019 e soltanto allora si potrà preparare un bando per il restauro e la sistemazione degli altri piani…

VIDEO – Visita all’Emiciclo della sen. Moronese – Comm. Territorio e Ambiente – Luglio 2015 –

Saltando a piè pari, soprattutto per rispetto verso noi stessi, tutto l’insieme di chiacchiere e contraddizioni reciproche e peraltro documentate, di cui il tavolo della presidenza ha dato prova, nelle persone del direttore generale dell’Agenzia del Demanio Roberto Reggi ed il provveditore Regionale Roberto Daniele e l’altro signor esperto di cui non si è compreso il nome e che è stato zittito da Reggi, è appena il caso di sottolineare che a nessuno ha punto vaghezza di fare il benché minimo cenno, ai lavori di adeguamento dei locali ex A.M. destinati all’Archivio di Stato ed al cui interno vi sono dipendenti dell’Archivio stesso e parte del patrimonio cartaceo…neanche una parola …neanche un fiato e perché a nessuno venisse in mente di fare un fiato appunto…all’improvviso, anzi… forse è meglio “all’intrasatta”, il signor Reggi, con atteggiamento trionfale, ha tirato fuori una pergamena ed agitandola con l’aria del bravo papà che dice al bimbo buono: Cosa c’è qui dentro?????, indovina un pò????, ha annunciato che l’Agenzia del Demanio regalava al Comune di Caserta ben tre importanti pacchetti, tra cui il parcheggio interrato di Piazza Carlo III…

 

VIDEO 6
VIDEO 5

 

Il sindaco Carlo Marino che avrebbe dovuto rispondere: “Perché mi prendi in giro?, adesso mi butto per terra e mi sporco tutto…” invece …commosso ringraziava e sorrideva…noi un po’ meno ed in preda ad una colica epatica di tipo nervoso, siamo qui a chiederci in virtù di quale diritto acquisito in virtù di chissà quali alti meriti o per quale diritto di nascita, un bel giorno un gruppo di signori decide di mandarti un invito peraltro “maleducato”, perchè la gente non si invita all’ultimo momento, e si consente il lusso di pensare che sei un imbecille che si beve tutto quello che gli si somministra e poi alla fine ti offre pure due patatine ed un bigné …per festeggiare cosa?, il pensiero che si annichilisce?, le loro furbate e la nostra impotenza?, la fine delle ostilità?, ma se sono appena cominciate!

 

COSI NEL 2014 (foto di Gianfranco Carozza)

 

 

E… per rinfrescare la memoria a quanti l’hanno lasciata a dimora in quel di Collegno…il 2 agosto 2016, tanto per ricordare, tra le altre, una chiacchiera a caso, in risposta all’interrogazione n° 3-02949 della senatrice Vilma Moronese, in commissione Istruzione Pubblica e Beni Culturali, il sottosegretario Antimo Cesaro annunciò il cronoprogramma delle attività di restauro degli spazi del Palazzo Reale da destinare all’Archivio di Stato…ma di cosa vogliamo parlare???

 

La galleria fotografica a cura di Gianfranco Carozza

https://www.flickr.com/photos/gianfrancocarozzareporter/albums/72157688233852921

2 Commenti

  1. Dio mio che pena! A quanto ho potuto capire trattasi del progetto approvato già diversi anni fa. Nessuno ha avuto il coraggio di dirvi (ma lo si capisce dal discorso di uno dei “relatori”) che il suddetto progetto prevede una ristrutturazione a sandwich? Che sarà ristrutturato solo il primo e il secondo piano, lasciando gli altri due (quello sotto e quello sopra) come li avete visti? Non vi hanno neanche portati giù a constatare che hanno ristrutturato (sic!) i locali terranei che avrebbero dovuto ospitare i macchinari di servizio ed altri depositi, ma che sono perennemente invasi dall’acqua dai soprastanti campetti? No??…peccato!!

    • Grazie. Sarei interessata a conoscere notizie più dettagliate in merito al terraneo allagato cui lei fa riferimento, poiché non ho compreso dove sia ubicato e quale sia la maniera per accedervi. Grazie
      Francesca Nardi

Comments are closed.