PS ARRESTA GIOVANE PER MINACCE E PERCOSSE AI GENITORI

0
7

L’UOMO E’ ACCUSATO DI MALTRATTAMENTI IN FAMIGLIA AGGRAVATI E FINALIZZATI ALL’ESTORSIONE. GLI AGENTI LO HANNO COLTO IN FLAGRANZA DI REATO

CASERTA – E’ di questa mattina l’ultima notizia di aggressione grave in famiglia a danno dei genitori. Alle 9.30 circa, la Polizia di stato di Caserta – Squadra Volante – in servizio di Controllo del territorio, è intervenuta in Via Tescione dove era stata segnalata una violenta lite tra padre, madre e figlio.

Gli uomini della Squadra Volante, coordinati dal Commissario Michele Pota, giunti prontamente, hanno colto in flagranza di reato, N.L., 31 anni, il quale aveva aggredito e minacciato gli anziani genitori, uno dei quali, il padre, invalido in quanto completamente cieco.

Il reo, in preda ad attacchi violenti, aveva messo a soqquadro tutta la casa danneggiando suppellettili e varie stanze, minacciando i genitori al fine di farsi consegnare denaro.

L’aggressore di cui prima, già conosciuto dagli agenti in quanto non nuovo alla commissione di atti di violenza nei confronti degli anziani genitori, veniva bloccato ed identificato ma nonostante ciò continuava a minacciare gli stessi.

Si procedeva a condurre l’aggressore in Questura per gli accertamenti di rito presso il locale gabinetto di polizia scientifica a seguito dei quali veniva tratto in arresto per Maltrattamenti in famiglia aggravati, finalizzati all’estorsione e perpetrati nel tempo, pertanto, veniva messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria e contestualmente tradotto in carcere