SUCCESSO DEL CONVEGNO “A VENT’ANNI DAL COPRIFUOCO”: SALA GREMITA, ASSENTE IL SINDACO

0

MARCIANISE – Grande successo di pubblico è stato registrato dagli organizzatori del Convegno dal titolo: “1998-2018 vent’anni del coprifuoco, sconfitta o inizio di rinascita?”, tenutosi venerdì presso il salone parrocchiale della chiesa di “San Giovanni Paolo II e San Giuliano” sita in via Clanio a Marcianise.

La serata è iniziata con i saluti dell’avvocato

Mons. Giovanni Vella

Mariano Omarto, tra gli organizzatori dell’iniziativa, e del padrone di casa Mons. Giovanni Vella.

L’ex prefetto di Caserta Goffredo Sottile, ha ricordato i difficili momenti che visse la città di Marcianise in quegli anni in ci si verificava un omicidio di camorra al mese. Quando il massacro di camorra raggiunse l’apice con due morti ammazzati in due giorni, “fu necessario – ricorda l’ex prefetto – prendere una decisione forte anche se sofferta” e firmò il provvedimento che imponeva a bar e circoli la chiusura due ore prima. Il ricordo dell’ex Prefetto Sottile si intreccia con quello dell’allora sindaco di Marcianise Gianfranco Foglia “la dicitura <coprifuoco> fu  inventata dai giornali ma non corrispondeva alla realtà…niente che ricordasse nemmeno lontanamente il coprifuoco della seconda guerra mondiale, ma solo un modo per dimostrare che lo Stato era sul territorio”.

Il magistrati  Giovanni Conzo,  Alessandro D’Alessio,  Raffaello Falcone e Cesare Sirignano hanno ricordato le guerre del clan Belforte, il primo pentito, il ruolo assunto dalle donne del clan e la strage del giovedì Santo di via San Martino.

A moderare il dibatto il nostro direttore Francesca Nardi che ha constatato la folta presenza di pubblico nella grande sala parrocchiale, rilevando però la quasi totale assenza delle donne marcianisane.

In sala gli ufficiali delle forze dell’Ordine dell’epoca e quelle di oggi. Presente anche il Commissario della Squadra Mobile Domenico Lippiello, in prima linea in questi anni nella lotta alla camorra.

Non è passata inosservata l’assenza del sindaco Antonello Velardi, per questo l’avvocato Omarto ha voluto precisare che gli inviti al sindaco ed alla sua giunta è stato recapitato e protocollato il 28 dicembre 2017.