BABYGANG: A NAPOLI VERTICE CON IL MINISTRO MINNITI

0

DOPO L’INTENSIFICARSI DEGLI EPISODI DI VIOLENZA CONTRO MINORENNI, IN PREFETTURA SI CERCA UNA SOLUZIONE

NAPOLI – Riunione sulla sicurezza con il Ministro dell’Interno Marco Minniti. Tema: come arginare e fronteggiare il fenomeno delle baby gang.

Il Ministro Minniti accoglie la richiesta del sindaco De Magistris di rafforzare la sicurezza in città aumentando le unità di agenti in strada…ma al primo cittadino partenopeo sono state concesse solo 100 agenti, quasi una beffa…un numero davvero esiguo per un territorio vastissimo come quello del capoluogo campano. Le cento   unità saranno scelte nei reparti speciali ed entreranno in un programma chiamato «Sicurezza giovani».

Il Ministro degli Interni promette – o minaccia – “tolleranza zero” per chi infrange il codice della strada. «Sulla questione motorini guidati senza regole bisogna essere inflessibili» e, invitando a non sottovalutare la pericolosità delle bande di ragazzini, aggiunge  «Il loro modo di operare è sullo stile terroristico. Colpiscono a caso e sono imprevedibili».

Il ministro Minniti ha convocato la riunione d’urgenza in Prefettura dopo i fatti avvenuti a Napoli. Numerosi gli atti di violenza contro minorenni, e nei mesi scorsi anche contro qualche turista. Poi l’episodio terribile di Arturo, accoltellato una settimana prima di Natale – oggi è rientrato in classe – ha finalmente costretto tutti ad ammettere che un problema di ordine pubblico esiste. L’ultima aggressione l’altro ieri sera alle 21,30 circa, davanti alla stazione della metro: insulti ed un pugno in pieno viso ad un sedicenne che ha riportato la frattura del setto nasale.

Oggi quindi in Piazza Plebiscito, è arrivato il ministro Marco Minniti per un incontro alla presenza dei vertici nazionali delle Forze dell’ordine, il Procuratore Distrettuale della Repubblica di Napoli Giovanni Melillo, i vertici della magistratura minorile, il prefetto Pagano e il questore De Iesu. Il sindaco Luigi De Magistris aveva chiesto formalmente al Viminale una presenza più massiccia della polizia nelle strade e una maggiore autonomia sul piano della sicurezza…ma avrà solo cento uomini.

“È necessario puntare sulle politiche educative. – ha dichiarato il Ministro durante l’incontro con la stampa -I responsabili scolastici verranno convocati dal prefetto in tempi molto stretti. Intanto, dopodomani sarà firmato il protocollo che prevede l’avvio del progetto, già finanziato, che prevede che 400 bambini del rione Sanità vengano riaccompagnati alla scuola dell’obbligo”.

 

 

 

 

 

 

 

foto di Gianfranco Carozza