ASL: GIOVANI, “LASCIATE OGNI SPERANZA VOI CHE non ENTRATE!”

0

TRASTOLE, MAGHEGGI, IMBROGLI, INTRALLAZZI NEL CLIENTELISMO LOCALE

Il Cerusico se lo ricorda bene, era il mese di Aprile del 2016 quando Cantone, Presidente ANAC e la Lorenzin, Ministro della Salute, firmarono un protocollo d’intesa volto ad istituire una task-force anticorruzione: liste di attesa, appalti e nomine sarebbero dovute essere messe sotto lente d’ingrandimento. Il tutto per prevenire fenomeni corruttivi nella sanità. Il Cerusico, con la sua atavica perplessità, però, sapeva che anche questa mossa aveva un retrogusto di italica retorica. Sapeva dalla sua ultra decennale esperienza, che, nelle inchieste portate avanti negli anni, spesso, i poveri carabinieri, finanzieri o poliziotti non erano “adeguatamente attrezzati” per decodificare gli infimi grovigli degli imbrogli della macchina amministrativa degli uffici pubblici. Così, gli imbroglioni, il più delle volte la facevano (fanno) franca. Senza contare che gli imbroglioni fanno leva anche sulla certezza dell’impunità dovuta alle scandalose lungaggini della giustizia nostrana. Prova provata la condanna a risarcire un danno erariale di 120.000 euro perpetrato dai Componenti del Comitato di “di-Gestione” della ex USL di Maddaloni e raggiunti dal provvedimento solo dopo 20 anni!!! Ma veniamo alle diaboliche strategie attuali per favorire questo o quello a dispetto di ogni selezione meritocratica ed a dimostrazione dell’impossibilità dell’Autorità Giudiziaria a poterne cavare un ragno dal buco.

Finanzieri: chi cerca trova…

Il Cerusico, sebbene rozzo e ignorante, essendo in quiescenza, ha molto più tempo per trastullarsi tra “De-libere” e labirinti vari. Lo spunto creativo glielo da la De-libera n. 1288 dell’ottobre 2017 la quale viene redatta per “l’annullamento parziale della Delibera n. 468 del 2017” che, a sua volta, prevedeva oltre all’Avviso Pubblico per n. 2 Programmatori per il Progetto “Terra dei Fuochi ed attività screening oncologici”, anche n. 2 Operatori informatici, i quali, a questo punto, sembra, non essere più necessari (!?). Senonchè la declaratoria della Delibera n. 1288 recita: “rettificare parzialmente la Delibera n. 158 del 07.02.2017……”, la quale, anch’essa prevedeva l’ausilio di 2 Operatori informatici con contratto di CO.CO.PRO. per 1 anno, eventualmente rinnovabili di un ulteriore anno. Il Cerusico, che ha la memoria ancora buona, anche in questo caso, ravvede un procedimento perlomeno sospetto. Si fa un Progetto, approvato dalla Regione, poi, in corso d’opera, ci si accorge che “il materiale da costruzione” previsto non è più idoneo, e si provvede, in stato di avanzamento, a sostituirlo. Si chiamano, varianti in corso d’opera. Sempre rifacendosi alla sua proverbiale memoria, Il Cerusico, si chiede, ma nel 2016, non fu indetto un altro Avviso Pubblico per n. 2 Programmatori, con De-libera n. 386? Anche questa, sembra essere una variante in corso d’opera, riflette Il Cerusico! Infatti, sempre dai meandri della memoria del rozzo norcino, già nel lontano 2010 venne assunto con contratto CO.CO.PRO. un “paraprogrammatoreoperatorinformatico”, e sempre per lo stesso Progetto SANIARP! Un “paraprogrammatoreoperatorinformatico”, che a rileggere le cronache, ha fatto storia negli annali delle pratiche para(gnosti)boliche della sanità casertana. Il Cerusico, si riferisce alle cronache che registravano la funambolica “carriera” di un certo Simone Santoro. Fido scudiero/autista del Direttore Generale dell’epoca, tale Paolo Menduni e assunto come CO.CO.PRO, per un importo annuo di Euro 22.000 circa, eventualmente rinnovabile di un altro anno. E basta? No! Nel 2018, a 8 anni di distanza, pare, si trovi ancora a svolgere il proprio “lavoro” presso la segreteria del Direttore Mario De Biasio. L’importo annuo, però, è sensibilmente raddoppiato per il ragguardevole importo di Euro 42.472!!! Molto di più di quanto guadagnano per Progetti CO.CO.PRO, laureati in Farmacia, in Giurisprudenza o in Biologia!!! Dove sono i giustificativi? Semplicemente non esistono!!! Né esistono De-libere!!! E sapete perché? Prova a spiegarvelo Il Cerusico. Nel sito dell’Asl, e vi parliamo di quanto accaduto nel 2013, la delibera di proroga del contratto del Santoro era indicata con n. 410 del 20 dicembre 2012, che, però, si riferiva pateticamente ad una Delibera “di mobilità di una signora proveniente dall’Ospedale di Caserta”. Mentre, la scadenza di contratto del segretario in questione, era quella del 31.12.2011!!! Dopo rumors di cronaca, rocambolescamente gli operatori informatici, “colleghi” di Santoro, corsero ai ripari apportando delle modifiche al sito dell’ASL. Così sul sito comparve, come delibera di rinnovo del contratto, la n. 410 del 20.12.2011. Quest’ultima delibera era relativa, però, al contratto per le “Ricette on-line”!!!  Mentre la data di inizio e scadenza del contratto rinnovato al Santoro risultava essere 31.12.2010 – 31.12.2013!  Il Cerusico, comincia ad avere preoccupanti convulsioni. E, se tutto ciò non bastasse, nel 2016, Santoro non viene rinnovato con regolare De-libera, bensì con una misteriosa e ben mascherata nota, con Prot. n. 236093 del 2016, a firma di una certa Laura Coppola, emigrata nella sanità abruzzese. Con la misteriosa nota (si badi bene non formale De-libera!) il Santoro, oltre al Progetto SANIARP, avrebbe dovuto risolvere ogni incombenza anche della Sanità Penitenziaria alle dipendenze del Dott. Giuseppe Nese. Cumulo di incarichi anche per i CO.CO.PRO.? Mah! Ecco svelato il mistero del duplice stipendio per un ammontare di 42.000 Euro annui, per un contratto CO.CO.PRO. rinnovato, con formule dubitative, all’infinito! Dimenticavamo, la nota della Coppola porta la controfirma del Direttore De Biasio, il quale, a sua volta, continua a firmare Avvisi Pubblici per Programmatori Informatici per il Progetto SANIARP a cui appartiene anche il Santoro con esiti e produttività ancora tutti da dimostrare! Per correttezza e completezza di cronaca, Il Cerusico, rammenta che anche il Progetto de quo (SANIARP) è appannaggio del Dirigente del Servizio Anticorruzione dell’ASL…………….

Carabinieri: fuoco…fuochino…

Caro Cantone, invece di firmare protocolli di intesa, dovresti prevedere e formare i tuoi apprezzatissimi Carabinieri, Poliziotti e Finanzieri, nel sapersi districare nella paludosa melma delle menti perverse conformate e specializzate  in trastole, magheggi, imbrogli, intrallazzi del clientelismo locale.

Il Cerusico, continuerà a darti spunti succulenti, sia a te, sia ai Giovani di belle speranze in cerca di prima occupazione. A proposito: ultima ora, “Azienda dei Colli, 141 nomi “sospetti” per le assunzioni. Nella lista interinali e figli di dipendenti”. La Procura indaga. Il Cerusico, approfondirà a breve.