SCOPERTO UN SISTEMA DI INGRESSO ILLEGALE DI EXTRACOMUNITARI A CASERTA

0

CASERTA – Il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha disposto il divieto di dimora nella città della Reggia per due fratelli pakistani, Shahbaz e Shahzad Ahmed di 40 e 45 anni, e per il 43enne Alfonso Moscia, ritenuti responsabili di associazione a delinquere e corruzione. I due pakistani avevano messo in piedi un sistema per far entrare illegalmente cittadini extracomunitari nel nostro Paese, con la collaborazione di Moscia, pubblico ufficiale in servizio allo Sportello Unico per l’Immigrazione della Prefettura – UTG di Caserta, che rilasciava nullaosta di ricongiungimento familiare agli immigrati in cambio di denaro. Le investigazioni hanno evidenziato il complesso meccanismo, basato su documenti falsi che certificavano residenza, dichiarazione di redditi, contratti di locazione di immobili, certificati di idoneità abitativa. I tre sono stati scoperti e condannati.