ASL, SCIATTERIA O IMMUNITÀ A PRESCINDERE?

0
8

(f.n.) – Non esiste soltanto l’immunità parlamentare ma persino una sorta di “immunità a prescindere”, che riguarda sacche privilegiate della nostra società, delle nostre istituzioni…così come esistono regole fisse e regole mobili… Le regole fisse, inalterabili, rigide, solenni, riguardano quattro poveri disgraziati che costruiscono una tettoia abusiva per proteggere i polli dalla pioggia, dai quali traggono sostentamento e non diletto per gli occhi di tipo bucolico e le regole mobili che interessano e salvaguardano intere caste di privilegiati, eredi di altri privilegiati, parenti, cugini, cognati, fratelli, figli “commari e compari”. Emblematici del sistema sono i concorsi…emblematico del sistema Asl, che procede per tradizione è stato, ultimamente, il Concorso per Veterinari che ha visto sciorinare al “sol dell’avvenire” tutta una serie di giochetti amicali e parentali, che hanno generato un bel mucchietto di ricorsi e nei giorni scorsi il sequestro degli atti relativi…Ebbene …a proposito di “facciamo come vogliamo” , firme cancellate, incarichi a go-go, citiamo la delibera 187 del 16 febbraio del direttore generale dell’Asl Mario De Biasio, con cui si affida l’incarico di sostituzione di direttore di struttura complessa dell’UOC Servizio Veterinario Sanità Animale Area “A” del Dipartimento di Prevenzione dell’Asl di Caserta ex art. 18 etc. al dottor Mario Dello Stritto con il riconoscimento di una indennità mensile di euro 535.05. L’atto è ovviamente immediatamente eseguibile. La selezione interna per il conferimento di incarichi di sostituzione era stata indetta con delibera 10 nell’agosto del 2016, cui aveva fatto seguito un regolare bando e la nomina della commissione esaminatrice. La graduatoria finale di merito vedeva Mario Dello Stritto al primo posto. Detto questo ed a prescindere dal fatto che Mario Dello Stritto era componente della commissione esaminatrice del discusso concorso per Veterinari e che per la solita sceneggiata dello scorrimento ad arte risultava avvantaggiata sua nipote e lo abbiamo scritto…la cosa che più affascina di queste storie targate Asl è che dopo la delibera con la firma cancellata adesso abbiamo un’altra delibera coreograficamente all’altezza del “nudo artistico”. Infatti la delibera di cui sopra, relativa alla nomina del dottor Mario Dello Stritto, immediatamente eseguibile, esposta all’Albo Pretorio non arreca in calce né la firma del Direttore Amministrativo, né la firma del Direttore Sanitario né la firma del Direttore Generale. Evvai!