OSPEDALE, PRO MEMORIA PER LA DIRETTRICE…

1
7

(f.n.) – Buon Natale signora direttrice sanitaria dell”Aorn di Caserta…da diciotto mesi circa lei ricopre all’interno dell’Ospedale, in cui potremmo essere ricoverati d’urgenza domani, a nostro rischio, una carica di prestigio e di grande responsabilità…Tra poco inoltre, festeggeremo l’anniversario della sua coreografica piroetta concorsuale …ricorda?, ricorda quando fece un salto da qualche parte nel napoletano, ad assicurarsi un incarico, dopo avere dichiarato ai suoi coraggiosi collaboratori, che sarebbe tornata subito?,…certe manfrine sono tollerate soltanto in questa repubblica delle banane avariate, ma lasciamo stare…Diciotto mesi “e non li dimostra”… pare infatti che nessuno l’abbia mai vista in giro per l’Ospedale, tranne che nelle feste comandate in Aula Magna, quando tutti possono notare ed apprezzare i suoi tubini “marpioni” e pensare che lei sia una stagista …infatti… nessuno pensa che lei sia la direttrice sanitaria e quindi nessuno sa che è proprio lei, la responsabile di tutto ciò che, all’interno di un Ospedale, è considerato sensibile. Entiendes?  Il suo buen retiro al terzo piano della palazzina “grigio sbiadito” , non si è interrotto neppure dinanzi all’esigenza doverosamente “strategica” di fare una breve passeggiata nei reparti, in occasione delle festività natalizie…avrebbe potuto visitare due reparti simbolo della vita stessa…Pediatria e Geriatria, ma lei è troppo impegnata ad urlare e a dare del camorrista a tutti e a cofecchiare con i concorsi, per iniziare, anche soltanto a crearsi il problema di pensare da direttore sanitario. Lei è la direttrice sanitaria di un Ospedale che non ha mai visto…  Corre voce che il direttore generale l’abbia richiamata alle sue precise responsabilità e, detto in confidenza, Ferrante meriterebbe il Nobel soltanto per questo…E nell’elenco delle cosucce di cui lei è responsabile, ce ne sono alcune che intrigano assai… i brutti, sporchi e cattivi. Servizi igienici e sanitari, (per intenderci quelli delle larve), apparecchiature diagnostiche, smaltimento della monnezza, (per intenderci dalle parti del topo), un elenco nutritissimo di attività sulle quali lei ha l’obbligo di vigilare e rispondere e poi…aiahiahiahi…senti… senti… il controllo dei servizi in particolare quelli di disinfezione e sterilizzazione…Quindi… quando abbiamo fatto il diavolo a quattro per le infezioni in Rianimazione, che continuano a stazionare indisturbate, era con lei che dovevamo interloquire e qualora lei avesse portato il cravattino… era il suo… il cravattino per il quale, qualcuno di buon senso e con le scatole strarotte, avrebbe dovuto prenderla e trascinarla  nel luogo in cui è stato ritrovato lo slip?… entiendes? Se non vengono rispettate le norme la responsabilità è sua, cara la nostra direttrice sanitaria dell’Aorn…e  se nei reparti dell’Ospedale si riscontrano infezioni  (e si riscontrano…si riscontrano…) , la responsabilità è sempre sua, cara direttrice sanitaria, che tra l’altro è anche presidente del CIO (Comitato Infezioni Ospedaliere)…a proposito… quale sarebbe la percentuale di infezioni ospedaliere al momento?, scommettiamo che non lo sa?, e scommettiamo anche che nessuno porta il conto?…E’ Natale, cara direttrice sanitaria dell’Aorn e relativo stipendo in danno dei contribuenti…e noi siamo più buoni del solito, quindi ci limitiamo a chiedere a lei e alle loro santità del Cio, i dati sulle infezioni ed anche quelli sulla legionella, sulla klebsiella e sulle eventuali malattie professionali  trasmissibili…entiendes?, sarebbe ora che voi luminari del Cio, scendeste dal piedistallo ed iniziaste a produrre documenti, protocolli e percorsi da seguire, onde evitare che se un operatore viene a contatto con la Tbc… la porti a casa ai suoi bambini…Entiendes?, TBC! Cara direttrice sanitaria dell’Aorn, tutto sommato lei ha fatto bene a non andare a dare gli auguri ai malati…Cosa può dire ad un malato, una direttrice sanitaria, che non ha mosso un pelo del labbro superiore, quando le hanno riferito che la Rianimazione è una “piastra” infetta? Ma la super accademica onorevolissima Maria Triassi, cosa dice del suo alto senso di responsabilità, cara direttrice sanitaria dell’Aorn?, ma alla adorata Triassi non gliene frega niente delle infezioni ospedaliere o lei è troppo discreta e  non le ha raccontato nulla? Cara direttrice sanitaria dell’Aorn…tuttappost?, è così che le ha detto? Hasta la vista y  feliz  navidad!

1 commento

  1. Bell’augurio di natale dottoressa nardi. E lei spera che la sua interlocutrice cambi? SenZa arte ne parte tra un po’ potrà fare il direttore generale da qualche parte. Speriamo che Dio almeno questo ci scampi

Comments are closed.