OSPEDALE, DOVE OSANO I MANAGER….

2
9

(f.n.) – Pare che qualcuno si rizeli quando legge “i fatti” nella loro cruda essenzialità…e sbaglia a rizelarsi! …Dovrebbe piuttosto preoccuparsi dei disegni che qualcuno sta elaborando, per soffiargli il primariato… visto che una delle colonne portanti della Direzione sanitaria, recuperata quando l’organizzazione era in “articulo mortis”,  nun dorm a’ nott, per riveicolizzare il pupillo di o’ rey, verso un altro primariato, visto che quello cui aspira, sostenuto dal cerchio magico,  non ha motivo di esistere…infatti nel Piano Ospedaliero, il Day surgery è identificato come Unità semplice e quindi il manager Ferrante dovrà regolarsi di conseguenza, a meno che non voglia rendersi ridicolo, emulando  l’ex manager Claudio Furcolo, che volle premiare il servizievole allergologo, che gli andava a pagare le bollette del gas, dandogli dieci posti letto per le punture del coleottero e facendo assurgere l’allergologia a livelli “chiacchieriologici” di una certa imponenza. Certo… le pressioni sono tante e gli equilibri vanno mantenuti…ecco perché il primario di Chirurgia Generale, deve guardarsi le spalle… Il Piano Ospedaliero prevede due chirurgie complesse, una è quella di Chirurgia Generale ed Oncologica appunto  e l’altra è la Chirurgia del Trauma…concorso espletato il 21 dicembre u.s. e quindi….visto che non è stato possibile annullare il tutto, come qualcuno avrebbe voluto, per fare il solito giochino a favore dei soliti noti…(la mossa non è riuscita per un pelo e radio-sanità soffia che sia stato proprio Ferrante ad opporsi all’oscena proposta), cosa resta?, una terza Chirurgia complessa?, Ferrante rischierebbe la faccia per favorire chiaramente e sfacciatamente i dettati del cerchio magico?, staremo a vedere…Nel film “Gli intoccabili” ad un certo punto si chiede all’eroe-protagonista: “Fin dove sei disposto ad arrivare?”…e noi chiediamo al manager se abbia intenzione di sfidare buon senso e intelligenza e lasciare tutte le attuali ipoteche sul futuro di un Ospedale massacrato da un gruppo di potere pernicioso, piazzando a tutti i costi, il già plurincaricato Chicco Massa, alla direzione di una Uoc o si decida una volta per sempre a fare piazza pulita delle interferenze del cerchio magico, delle simpatie e delle inqualificabili circolari della direzione sanitaria… Il personale è stanco, sfibrato e demotivato e la direttrice spara note insulse in cui suggerisce di relazionare a voce…E’ appena il caso di ricordare che, per essersi fidati di una “comunicazione a vista”, professionisti come Francesco Pignatelli, hanno passato l’anima dei guai…I medici devono pensare a curare i pazienti e non a relazionare sui servizi igienici…Sui servizi, sulle infezioni e su tutto il resto risponde la direzione sanitaria se è in grado di farlo e se è competente, altrimenti, lo abbiamo già detto, si produce in un atto di resipiscenza e se ne va a casa… Hasta la vista!

2 Commenti

  1. Il dottore ferrante è una persona perbene attorniato da incompetenti ed arrivisti. Ma alla lunga riuscirà con i pochi fidati a fare pulizia. Stamattina è stato un piacere passare in un ospedale pulito ed accogliente. C’è ancora da fare ma diamogli tempo

  2. SONO INTOCCABILI, PURTROPPO. QUESTA E’ LA CONSEGUENZA DI UN PAESE DOVE IL POTERE VIENE INDISTURBATAMENTE GESTITO DA ANARCHICI. UN OSPEDALE CAPOLUOGO DI PROVINCIA, RIDOTTO AD UNA BOTTEGA.

Comments are closed.