CGIL, CISLM UIL: SOLLECITO INTERVENTO PROBLEMATICHE BACINO DI CRISI DI CASERTA

CASERTA – Facendo riferimento alla lettera inviataLe in data 09/07/2018, prot. n. 20180705-281, dalle Segreterie
regionali e provinciali di CGIL, CISL, UIL e soprattutto all’incontro avuto con Lei in occasione della Sua
venuta lo scorso novembre, Le risollecitiamo la necessità di un forte intervento verso la drammatica situazione
in cui versano gli ex lavoratori del bacino di crisi di Caserta, una situazione che si trascina da anni e che
necessita di un intervento forte da parte delle istituzioni per dare risposte ormai improcrastinabili.
Come Le è stato rappresentato questi lavoratori provengono da aziende ormai chiuse e in un’area per la
quale negli scorsi anni sono stati siglati Accordi di programma tesi alla reindustrializzazione e alla conseguente
ricollocazione al lavoro.
Occorre rilanciare da un lato serie politiche attive per il lavoro e dall’altro affrontare l’emergenza di
centinaia di famiglie restate prive di ogni forma di sostegno al reddito.
Non Le sfugge che questa situazione
di particolare tensione sociale si colloca dentro un quadro di crisi
generale dell’economia del territorio casertano che tuttora non manifesta segni di reattività verso possibilità di
crescita.
Gli sforzi e le proposte messe in campo in questi anni con senso di responsabilità da parte delle
Organizzazioni sindacali non hanno trovato finora nelle istituzioni periferiche e centrali riscontri rispetto alla
grave situazione di crisi che va affrontata con misure capaci di gestire contemporaneamente sia le emergenze
sociali sia le prospettive di sviluppo.
Ribadiamo la necessità di un’azione decisa del Governo verso la provincia di Caserta utile a rimettere in
campo strumenti di sostegno al reddito e che insieme alla Regione Campania, sia finalizzata al rilancio delle
attività produttive, essendo chiaro che la nostra priorità il lavoro e lo sviluppo del territorio.
Auspichiamo quindi che il Governo nazionale voglia fattivamente raccogliere le istanze di questo territorio
e adoperarsi per fornire le risposte attese e le misure necessarie e indispensabili alla risoluzione seppur graduale

dei problemi che lo attanagl

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+