OSPEDALE, DELIBERE, MANOVRE, CAPRICCI & FAVORI…

0

(f.n.) – Incarichi di coordinamento nella bufera…tra polemiche e forzature,  minacce di ricorsi e richieste di annullamento, cadute miseramente  nel vuoto, il manager dell’Aorn di Caserta, taglia la testa al toro ed “all’intrasatta” , in data 13 febbraio u.s. con protocollo n°137, delibera e rende ufficiale, un avviso di selezione pubblica per titoli e colloqui, per il conferimento degli incarichi di coordinamento dell’area del comparto, nominando peraltro la commissione, presieduta, se non le pungerà vaghezza di cedere il posto a qualcun altro, dalla cara direttrice sanitaria…Un “apparente” “muro contro muro”  si delinea all’orizzonte tra il manager ed un gruppo di sindacati, che stanno preparandosi ad attaccare visto che il tempo stringe e la possibilità di sfangarla anche questa volta, con decisioni preconfezionate, a loro uso e consumo, è ormai  ridotta al lumicino. La lotta è all’ultimo “coordinamento”, nella consapevolezza che il consolidamento del potere, si è mantenuto inalterato negli anni, anche e soprattutto in virtù di un patto di ferro e trasversale, tra sindacato e “cerchio magico”… ovverossia, le 49 teste di ponte, piazzate un po’ di anni fa dalla direzione sanitaria nei posti chiave che qualcuno definisce, con candore, incarichi di coordinamento, sono state funzionali ed indispensabili alla creazione e al mantenimento nonché all’ispessimento di quella cortina fumogena che ritualmente ha “impapocchiato” ed “impapocchia” le new entry che, in buona fede o per evitare problemi, hanno finito e finiscono per non muovere un dito… persino i tre commissari arrivati per asfaltare, non hanno cavato un ragno dal buco e tutto è rimasto inalterato…Soltanto il dottor Giovanni De Masi, umiliato oltre ogni limite, aveva compreso a fondo il meccanismo, soprattutto aveva cercato di tamponare le “fetenzie” in atto, a partire dalle liste d’attesa latitanti per finire allo scempio dell’articolo 9…ma tutti insieme appassionatamente, sindacati e cerchio magico e qualcun altro hanno fatto di tutto per farlo uscire di scena…Un giorno o l’altro qualcuno dovrà chiedere umilmente scusa a De Masi…al quale non si è perdonato di essere una persona perbene. Oggi assistiamo con discreto disgusto, alle manovre sotterranee degli scherani di o’ rey, che tenta di riorganizzare le file, in verità un po’ slabbrate, circuendo leziosamente i nuovi primari…la tecnica?, ma ovviamente la solita: “ti creo il problema poi ti mando qualcuno che ti suggerisce la maniera migliore per risolverlo…ed in men che non si dica, verrai, come tutti gli altri,  a mangiare la biada dalla mia mano” …Un esempio calzante?…ve ne potremmo raccontare parecchi…ma ne abbiamo uno, fresco e calzante…Qualche tempo fa è arrivato il nuovo primario della Uoc di Pneumologia, un universitario, dottor Antonio Ponticiello, che ha trovato nel suo reparto, due o tre allergologi ivi trasferiti dopo lo smantellamento del regno dei coleotteri pungenti, che fu di Agostino Cirillo…il neo primario scalpita…non sa cosa farsene…cosa c’entrano gli allergologi con la Pneumologia?, eppure il Piano Ospedaliero prevede la Uos di Allergologia all’interno della Pneumologia…quindi si presume vi sia una certa attinenza, o no?, comunque sia …per Ponticiello è un problema e quando in Ospedale c’è un problema,  cosa fanno i bravi suggeritori che magari nelle ore libere, vanno anche a ramazzare il giardino della tenuta di campagna di quelli che contano?, si preoccupano di fare da calmieri… “no te preocupe, el rey lo piensa” o se vi pare “ghe pensi mi!”…detto fatto…uno schiocco di dita verso la palazzina “grigiotopomorto” in fondo al parco senza vasca e la leggiadra direttrice Tetta dello Spostamento di Nervi e di Reparto, ordina seduta stante, che due dei tre allergologi, si trasferiscano in Medicina generale diretta dalla dottoressa Anna Gargiulo ed uno nella Uosd di Endocrinologia diretta dal caro Mario Parrillo, entrambi allineati e coperti…Ed anche questa volta, o’rey, potrebbe incidere un’altra tacca sul calcio del fucile…Ponticiello gli sarà grato in eterno, soprattutto perché qualcuno gli ha già promesso che ciò che oggi è provvisorio, domani potrebbe diventare definitivo… e la Uos di Allergologia potrebbe essere accorpata alla Medicina Generale…Ma spostare la Uos di Allergologia in Medicina generale significa stravolgere il Piano Ospedaliero, non è vero?, e allora?, niente paura…non è proprio questo ciò che desidera il cerchio magico?, stravolgere e sistemare i birilli al posto giusto…faccimm ammuina…un po’ di sana confusione e poi tutto tornerà esattamente come prima…In un’altra puntata poi….ci interrogheremo sulla evidente intolleranza del dottor Ponticiello nei confronti degli Allergologi, soprattutto se si tiene conto che uno dei due è anche pneumologo oltre che allergologo…Hasta el misterio!