UN TAVOLO PER GLI EVENTI DELLE UNIVERSIADI, MARINO: “OCCASIONE ANCHE PER IL TURISMO A TERRA DI LAVORO”

0

CASERTA – Si è tenuto questa mattina nella Sala Giunta del Comune il tavolo per promuovere gli eventi che spalleggeranno le Universiadi 2019 di quest’estate, che vedranno Caserta una delle città protagoniste. Nell’edificio di Piazza Vanvitelli erano presenti molte istituzioni, a cominciare ovviamente dal sindaco Carlo Marino: “Questo è un primo incontro in cui iniziamo un percorso organizzativo. Sarà un gran momento per la Campania e per la Provincia di Caserta, vogliamo mettere a sistema tutto quello che possiamo dare alle Universiadi e soprattutto comprendere come costruire un modello non solo di sport ma anche di occasioni turistiche e di eventi sul nostro territorio”. Il consulente del commissario per le relazioni istituzionali Bruno Campanile vuole sottolineare la portata dell’evento sul territorio: “Vogliamo far conoscere al territorio le universiadi e promuovere eventi collaterali come mostre, concerti, eventi in piazza, che esaltino le Universiadi, evento da 1200 atleti provenienti da 120 paesi del Mondo, evento per numero secondo solo ai Giochi Olimpici. A Caserta ci saranno gare di calcio, basket, pallanuoto e tiro con l’arco, che si svolgerà interamente nei giardini reali della Reggia, uno scenario bellissimo che renderà la gara ancor più bella”. Il delegato provinciale del Coni Michele De Simone si sofferma più sull’ambito sportivo: “Sarà l’evento più grande che la nostra città organizzerà negli ultimi anni. Caserta è, assieme a Napoli e Salerno, il triangolo delle Universiadi: 2000 persone tra staff e atleti dormiranno qui, avremo a disposizione la finale di tiro con l’arco e ci saranno attività di grandi sport tra il capoluogo, Aversa e Mondragone. L’importanza di questo evento è che ci rimarranno dei lavori per migliorare i nostri impianti sportivi: a essere coinvolti sono lo stadio Pinto, lo stadio del nuoto, il Palavignola, il Palajacazzi di Aversa e lo stadio comunale, i campi per il tiro con l’arco nella Reggia e lo stadio di Mondragone per gli allenamenti. Questi impianti verranno messi a posto in tempo utile per lo svolgimento per le Universiadi”.