ATO RIFIUTI, DIMISSIONI: LO SCHIAFFO DI CARMINE BEVILACQUA A CARLO MARINO SINDACO DI CASERTA

   –  di Costantino Beltrami  –

Un vero e proprio schiaffo politico quello dato da Carmine Bevilacqua a Carlo Marino, sia chiaro che si tratta di uno schiaffo virtuale, ma che forse farà più rumore e anche più male di uno dato fisicamente. Non le manda certo a dire l’ex consigliere comunale casertano, da sempre riferimento provinciale del Partito Repubblicano, infatti, attraverso una nota, indirizzata al presidente dell’ATO Rifiuti Antonio Mirra, rimette le proprie dimissioni irrevocabili da neo consigliere, subentrato in surroga al decaduto Maurizio Reitano. Una perdita importante quella di Bevilacqua per il novello Ente, che ha già stentato a partire sotto la gestione di Antonello Velardi e che ancora ha difficoltà ad ingranare la marcia con la gestione Mirra. Una perdita importante, perché Carmine Bevilacqua è già stato membro del CdA dell’ex Consorzio CE3 oggi CUB, e l’esperienza accumulata e il suo spirito critico avrebbero potuto dare un positivo impulso all’organo che è determinante per la corretta attuazione della Legge Regionale sui rifiuti. Un NO che fa pensare, certo è che i rapporti tra Bevilacqua e il sindaco di Caserta non sono oggi idilliaci, perché pur facendo parte inizialmente della schiera dei fedelissimi, negli ultimi tempi ha rotto definitivamente i ponti con il primo cittadino, la goccia che fece traboccare il vaso fu l’improvvisa epurazione dal consiglio del consorzio ASI per fare posto al consigliere comunale attualmente in carica Gianni Comunale, che ultimamente è stato anche eletto nel CdA del medesimo consorzio, elezione che ha fatto molto discutere e che ha scatenato una serie di ricorsi legali per notevoli dubbi sulla sua legittimità. Come può darsi che anche le indagini ancora in corso della DDA nei confronti del Sindaco e di alcuni dirigenti del comune di Caserta, abbiano portato Carmine Bevilacqua a prendere le distanze da questa amministrazione. Di motivi ce ne potrebbero essere molti, fatto sta che queste dimissioni alimenteranno numerose e interessanti discussioni nel panorama politico provinciale.

LETTERA CARMINE BEVILACQUA

Allegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+