OSPEDALE, IL MEMORIALE DELLA DOMENICA 44

7

(f.n.) – Memoriali?, sull’Ospedale e sulla Sanità in genere, se ne potrebbero scrivere a vagonate ma…sarebbe inutile…Scavare nel passato per costruire un presente decente, è un lavoro improbo e sovente si inciampa in mucchi di letame secco, sbriciolato sotto la scorza del tempo e allora si decide di sorvolare e di soffermarsi soltanto sui dati più significativi, quelli imprescindibili,  che hanno determinato il “Grande Equivoco” che ha reso possibile la lievitazione abnorme del potere…Infatti, malauguratamente, capita che si incorra in errori grossolani di giudizio e si sottovaluti, sia l’immoralità che l’astuzia nonché l’assenza di scrupoli di certi personaggi del sottobosco,  che grazie agli altrui errori di valutazione, sono cresciuti a dismisura consolidando il loro potere attraverso il tiepido coinvolgimento nella res ospedaliera delle varie direzioni strategiche che si sono susseguite, compreso quella commissariale.  In questa nebulosa. in cui continuano ad aggirarsi ombre e figure indistinte che agitano virtualmente la frusta per comandare e per trasmettere il comando, l’alimento principale che ristagna nell’abbeveratoio comune è la delazione… “maccheccarrini”…e per raggiungere lo scopo sia in favore del re che delle sue dirette emanazioni,  si scende a qualsiasi livello senza il minimo scuorno…a latere, dalla parte dell’assistenza e della cura,  regna sovrana l’approssimazione…quell’abitudine alla sofferenza che rende alcuni freddamente indifferenti…Il mezzo e il diario dei diversi atteggiamenti, l’arma delle diverse strategie di attacco, sovente passa per una cartella clinica che diventa il coniglio del prestigiatore…Capita che appaia e scompaia in danno di…La cartella è un documento importante e riservato… Si tratta di un documento la cui responsabilità è affidata al medico primario del reparto ospedaliero nel caso di un paziente ricoverato e che lo accompagna dal suo ingresso alla sua dimissione. Raccoglie gli esami oggettivi, l’anamnesi del paziente e le attività diagnostico-terapeutiche praticate. La sua compilazione deve essere tempestiva e deve essere conforme alla realtà; un’aggiunta successiva di dati e una sua modificazione sono punibili giuridicamente. La rivelazione della cartella clinica segue i principi del segreto professionale. La conservazione della stessa è affidata al caposala e successivamente, dopo la dimissione del paziente, al direttore sanitario. ai sensi dell’art. 5 del D.P.R. 27 marzo 1969 n. 128. Ma in questo ospedale costellato di “misfatti” lasciati impuniti e gloriosi episodi di sacrificio e grande professionalità volutamente ignorati accade ed è accaduto, che l’importanza di una cartella clinica variasse secondo il potentato di turno…Molti anni fa ad esempio, vi fu un medico chirurgo sufficientemente spalleggiato, da consentirsi di fare il furbo…Accade che il tale chirurgo provocasse un danno ad una paziente che, qualche giorno dopo l’intervento, seduta in mezzo al suo letto situato in un reparto dell’Ospedale, raccontò tutta la vicenda ai soliti brutti, sporchi e cattivi di passaggio … compreso le sonore e solenni bugie del chirurgo, il quale aveva tranquillamente “modificato” la cartella clinica aggiungendo in un secondo momento, alcune righe che attestavano la sua presenza in quel reparto in un determinato giorno, mentre invece era assente…Purtroppo per lui, sempre i soliti brutti, sporchi e cattivi di passaggio si procurarono la cartella del prima e la cartella del dopo, dalle quali si evidenziava senza possibilità di errore il “la modifica postuma”…Nonostante la vicenda accadesse più di venti anni fa il potere è potere e punire il chirurgo falsario, peraltro bene inserito nel cerchio magico, avrebbe favorito automaticamente un altro chirurgo, che, nel cerchio magico non era riuscito ad entrare… E nonostante la prova del “falso” venisse pubblicata il chirurgo furbetto e protetto, non subì alcuna conseguenza e questo è uno dei grossi nei, grossi come una casa di cinque piani, dell’Aorn…Ma la storia si ripete, cambiano gli ingredienti, forse i moventi, ma lo scorrere limaccioso del veleno non si è mai interrotto…e qualche tempo fa, pare che qualcuno si sia adoperato su commissione per trafugare una cartella clinica da un reparto e fotografarla per utilizzarla contro qualcun altro…così come la famosa cartella scomparsa dall’Ortopedia qualche tempo fa, pare non si sia più trovata. Inoltre è appena il caso di sottolineare che nel reparto di Ortopedia pare che non esista alcun registro di carico e scarico delle delibere…Non siamo a conoscenza di chi abbia fotografato la cartella né chi siano i beneficiari mandanti della schifezza, né chi sia la vittima, come non abbiamo idea della ragione per cui non si trovi la cartella in Ortopedia, ma sappiamo che sullo sfondo di questa Aorn si agitano logiche e moventi che con la mission di un Ospedale non hanno nulla da dividere, ma appartengono alla famosa giostra di potere al cui interno tutto è apparentemente permesso e tutto è apparentemente consentito…ma auspichiamo che il manager abbia compreso che non tutto può continuare ad essere perdonato soltanto perché o’rey ed i suoi attachés devono mantenere gli equilibri…n’est ce pas?

7 Commenti

  1. Ma mica è la stessa coordinatrice che per anni ha fatto parte e continua a fare parte del cerchio magico di don Diego?
    Ma mica è la coordinatrice che ha messo in condizione, che ha obbligato,diversi infermieri, ad essere trasferiti per il solo fatto che non volevano sottomersi?
    Ma mica è la stessa coordinatrice che per anni ha dettato legge in day-surgery per qualità che poco hanno a che fare con la professione?
    Ma è per caso quella stessa coordinatrice che ha creato un sistema schifoso sulla gestione delle presenze delegando tutto a un infermiere suo alleato?
    Ma per caso state parlando della coordinatrice che si fa le foto in mutande negli spogliatoi e li posta sul gruppo WhatsApp?
    Ma il primario adesso mica vuole “apparare” una cosa del genere?
    Si è alzato il velo su anni di schifezze, se si vuole rimettere il velo sopra, si alzerá una puzza molto fastidiosa

  2. Coordinatrice consente che si facciano fotografie alle cartelle cliniche, evidentemente deve essere una consuetudine.
    Vienea sospesa per 12 giorni.
    Tra 2 mesi tornerà al solito posto e nel frattempo sta minacciando vendette e ritorsioni.
    Come se niente fosse.
    Chi ha avuto 12 giorni di sospensione non può fare la coordinatrice. Basta leggere il bando e il regolamento.
    Se poi ha sfruttato il suo ruolo di Rsu per farsi proteggere, la situazione è due volte peggio
    E tutto questo con il silenzio-assenso-appoggio del Primario.
    Poi uno dice che i giornalisti sono brutti sporchi e cattivi………
    La guerra inizia sempre dopo che qualcuno inizia a tirare i sassi

    • Probabilmente la caposala ha in mano prove su fatti e misfatti da tenere ben stretto per i barbazisi l’anziano primario per questo tutto è fermo

  3. Cara dottoressa vorrei che lei chiedesse al dottor Ferrante chi ha organizzato di nuovo nonostante i disagi scontati i seggi elettorali. I seggi sono stati messi al polo didattico. 300 metri dell’ospedale. Chi saranno gli organizzatori?sempre gli stessi a cui andranno 300 euro? Perché non viene chiesto a tutti i dipendenti chi vuole farli? Come al solito chi si abboffa e chi non a accesso allo straordinario se non a natale o a Pasqua. Lo sapete che un sacco di infermieri fa lo straordinario sullo smonto?

  4. Solo per Sua in formazione a proposito della cartella clinica fotografata in chirurgia il direttore Ferrante attraverso il consiglio di disciplina ha provveduto a punire la colpevole. Ci Si aspetta solo che effettui una rotazione totale degli infermieri conniventi e della stessa colpevole di un fatti così grave. Il problema principale ovviamente sono i mandanti che in questo caso non è come lei pensa ma solo beghe sindacali di gente senza scrupoli

    • Grazie gentile Maria, credo che chiunque sia il mandante, l’azione veramente miserabile, sia riconducibile comunque, alla convinzione di fondo che tutto è lecito in questo Ospedale se torna comodo a qualcuno. Se i colpevoli sono stati individuati non posso che congratularmi. Non e’ stato sempre così. La invito pertanto a leggere il lungo articolo che verrà pubblicato domattina e al quale sto lavorando. Poi..con la sua intelligente puntualita’ scrivera’ spero, un commento. Grazie sempre

Comments are closed.